In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley | Naz.li Femm.le | Serie A/F

Unet E-Work Busto Arsizio – MyCicero Volley Pesaro 3-0 (25-20; 25-18; 26-24)

04/12/2017



 

 

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Bartsch 6, Berti 7, Diouf 18, Gennari 13, Stufi 7, Orro 4; Spirito(L), Negretti 1, Chausheva, Botezat. N.e.: Piani, Dall’Igna, Pertuzzo. All.: Mencarelli.

MYCICERO VOLLEY PESARO: Nizetich 10, Aelbrecht 3, Cambi, Bokan 10, Olivotto 9, Van Hecke 6; Ghilardi (L), Bussoli, Baldi 1, Carraro1, Arciprete. N.e.: Lapi . All.: Bertini.

ARBITRI: Cappello e Talento.

Unet E-Work: battute sbagliate 10; battute vincenti 6; ricezione 51% (prf. 21%); attacco 47%; errori 22; muri 7.

myCicero: battute sbagliate 11; battute vincenti 3; ricezione 50% (prf. 22%); attacco 35%; errori 20; muri 2.

 

BUSTO ARSIZIO – Questa volta il PalaYamamay non regala gli stessi sorrisi a Pesaro di sette mesi fa. La myCicero esce sconfitta ma non ridimensionata da questo 0-3 al cospetto di una Unet E-Work apparsa ordinata in tutti i fondamentali e con una Diouf formato Nazionale (chiuderà la partita con il 47% in attacco, frutto di 18 punti e due muri) che nei rari momenti di difficoltà della sua squadra, come nel corso del terzo set, si carica le compagne sulle spalle e le trascina alla vittoria. 

L’avvio è equilibrato con Olivotto che segna 3 dei primi 4 punti delle rossoblù (alla fine risulterà la migliore delle sue con 9 punti, compreso un muro, e un mostruoso 89% in attacco). Le due squadre vanno a braccetto fino al 9 pari con Busto che tiene, però, sempre il muso avanti. L’errore in battuta di Cambi (questo fondamentale sarà il tallone di Achille delle ospiti in questo parziale con 5 errori e nessun ace) e un attacco di Diouf fanno segnare il tabellone sull’11-9 per le padrone di casa. Da qui in poi Stufi e compagne prendono il comando delle operazioni e con un parziale di 7-1 (da 12-11 a 19-12) spaccano il set in proprio favore. Neanche i due time out chiesti da Bertini fermano le “farfalle”. Il coach pesarese prova anche a cambiare la diagonale palleggiatrice-opposto, inserendo Carraro-Baldi al posto di Cambi-Van Hecke, ma non l’inerzia della frazione che porta le “rosse” sull’1-0. 

Nel secondo set la myCicero parte determinata: pronti via ed è subito 4-1 complice anche qualche errore di troppo delle padrone di casa (3 dei 4 punti di Nizetich e compagne sono imprecisioni delle bustocche - ndr). Pesaro però pare anche più concentrata e il vantaggio si dilata a +4 con un attacco di Van Hecke (8-4). Ma la stessa opposto belga sbaglia la battuta e alla myCicero si spegne la luce. Busto infatti infila un parziale di 7-0 (da 4-8 a 11-8) chiuso da un muro di Bartsch. Nizetich e compagne non si vogliono però arrendere e con un controparziale di 3-0 restano attaccate alla frazione (da 8-11 a 11 pari grazie ad un errore di Orro in battuta e a due pipe vincenti di dello stesso capitano rossoblù – ndr). Le ragazze di Mencarelli provano ancora a scappare con Diouf e un muro di Berti; Pesaro per due volte potrebbe impattare il set (sul 12-13 e sul 13-14) ma non gli riesce l’aggancio e allora la Unet prende in mano le redini del gioco e con Stufi, su errore in ricezione delle ospiti, e un ace di Gennari va sul 19-14. Bertini chiama time out ma è tutto inutile: le padrone di casa, ancora una volta con Diouf, si portano sul 2-0.

Nonostante il pesante parziale, Pesaro non demorde e torna in campo decisa a riaprire la contesa: dopo l’avvio equilibrato è la myCicero a prendere il comando delle operazioni e con un parziale di 4-1 (da 3-3 a 7-4 firmato da Nizetich, un ace di Van Hecke, un errore di Orro e una fast di Aelbrecht inframezzata da un attacco di Gennari) prova a fare la voce grossa. Ma Busto è in serata di grazia e non ci pensa minimante a far scappare le ospiti e impatta prima sul 7 pari con un controparziale di 3-0 siglato da Stufi, Diouf e una pipe di Gennari e allunga fino al 9-7 (parziale complessivo di 5-0) con due muri consecutivi di Berti. Le rossoblù, che nel frattempo cambiano la regia con Carraro al posto di Cambi, riagganciano le padrone di casa grazie a due errori di Busto (Stufi e Diouf) e siamo a 9 pari. Da qui in avanti si procede punto a punto: Pesaro commette due errori di fila che portano Busto sul 16-14 ma ha ancora la forza di reagire, grazie anche alle difese di Ghilardi, e con un pallonetto vincente di Bokan ribalta addirittura la contesa (3-0 di parziale con un errore di Stufi e un ace di Nizetich, 17-16). Mencarelli chiama time out e il match resta sul filo fino al 19 pari quando Bokan decide di dare una scossa per cercare di accorciare le distanze: piazza 3 punti di fila (compreso quello del 19 pari) che, uniti a due errori di Busto portano Pesaro sul 23-20. Ma le ospiti non fanno i conti con una Diouf scatenata. La myCicero si aggiudica, addirittura, tre set-point grazie alla battuta sbagliata di Botezat (24-21) ma l’opposto delle farfalle sigla 3 punti che, uniti ai 2 di Gennari, ribaltano la frazione regalando parziale e partita alle padrone di casa.

“Questa sera non abbiamo giocato bene e non siamo mai entrate in partita – è la disamina finale di Olivotto – Avevamo di fronte una signora squadra ma a noi sono mancate lucidità e cattiveria giuste per affrontare questo tipo di partite. Dovevamo essere più lucide. Però non è un dramma – conclude la centrale – in settimana valuteremo gli errori commessi per prepararci al meglio per Il Bisonte Firenze”. 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'