In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

Imola round, Giacomini abbattuto alla Villeneuve

15/05/2017


Imola round, Giacomini abbattuto alla Villeneuve

 

 

Resta l’amaro in bocca perché sull’asfalto di casa Paolo Giacomini ed il team Terra e Moto si trasformano nelle vittime innocenti dell’irruenza avversaria. Il primo appuntamento della neonata classe Supersport 300 FIM World Championship in terra italiana (terza tappa del calendario iridato 2017) consegna al pilota della squadra corse di Faenza la prima posizione nella Superpole 1 (2’12.229) e la quarta piazza assoluta sullo schieramento (2’11.834) ad un millesimo dalla prima fila. I rilevamenti cronometrici scanditi dalla Yamaha YZF-R3 numero 28 parlano chiaro, Giacomini lotta per le posizioni di vertice. Tesi avvalorata dal positivo start del pilota marchigiano che esce dalla doppia chicane del Tamburello al quinto posto. Il fattaccio avviene qualche metro più avanti ad altezza della curva Villeneuve dell’Enzo e Dino Ferrari di Imola: Giacomini imposta la regolare traiettoria e si ritrova sulla ghiaia a causa di una scellerata entrata di un rivale. Contatto inevitabile, la carena arancione porta i segni del pneumatico killer che tarpa anticipatamente le speranze dei tanti tifosi accorsi sugli spalti. Smaltito il comprensibile mix di rabbia e delusione, in casa Terra e Moto si guarda già al futuro con la prossima occasione di riscatto inglese al Donington Park Circuit (26/28 maggio).     

Paolo Giacomini (Team Terra e Moto): “Cerco sempre di rispettare le regole e gli avversari, come ci insegnano nei briefing pre-gara, poi mi ritrovo a terra per un assurdo ingresso di un collega alla quarta curva. Così fa davvero male al morale, oltretutto accade sulla pista di casa e con una moto assolutamente performante. Le corse sono anche questo, salutiamo Imola con le positive indicazioni del cronometro durante le prove ufficiali ed il momentaneo piazzamento di rilievo nel chilometraggio domenicale percorso. Voglio fare un applauso ai ragazzi al box per l’eccezionale lavoro di settaggio della moto sviluppato tra venerdì e sabato. Guardiamo avanti, pensiamo a Donington per riprendere quello che ci spetta. Un ringraziamento sincero allo staff del Team Terra e Moto, a tutti gli sponsor, agli amici, ai tifosi ed alla mia famiglia”.

Mattia Grandi

Ufficio Stampa - Team Terra e Moto

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'