In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Professionisti | Serie A

Pallacanestro Mantovana - Andrea Costa Imola Basket 82-80 (21-20; 41-36; 64-65)

17/12/2017


Pallacanestro Mantovana - Andrea Costa Imola Basket 82-80 (21-20; 41-36; 64-65)

 

 

MANTOVA: Vencato 10, Jones 17, Costanzelli ne,  Brownridge 10, Moraschini 9, Ferrara 2, Albertini ne, Timperi ,7 Candussi 19, Mei 3, Cucci .5. All. Lamma

IMOLA: Bell 22, Alviti 19, Maggioli 9,  Wiltshire ne, Wilson 15, Gasparin 6, Prato 3, Toffali, Rossi ne, Penna 6, Simioni. All. Cavina

 

Imola non riesce a sfatare il tabù del PalaBam e lascia così il passo ai padroni di casa dopo un finale da cardiopalmo per 82-80. 

Quintetto nuovo per Coach Cavina che inizia con Penna, Gasparin, Alviti, Wilson e Simioni. 

Inizio però difficoltoso per la squadra di Coach Cavina che sprecando troppo sotto canestro si ritrova con un parziale di 7-0 piazzato da Moraschini a favore dei padroni di casa. Provano Alviti e Wilson a recuperare lo svantaggio dei primi 5’ di gioco, ma Moraschini e Jones trascinano Mantova sul 12-5. 

Imola in un inizio troppo morbido di partita non riesce a concretizzare in attacco e i padroni di casa ne approfittano portandosi sul 19-13 al 9’. 

Ma la ripresa imolese è vicina: antisportivo chiamato a Timperi su Bell che realizza 2su2 dalla lunetta. Rimessa a favore degli imolesi e Maggioli non sbaglia, 19-17. 

E’ Cucci che riporta Mantova a +4, vantaggio subito accorciato da Bell che subisce fallo, nell’ultima azione di primo quarto e realizza 3su3, 21-20 il punteggio dopo i primi 10’ di gioco. 

Imola nonostante i tanti tiri aperti non riesce a trovare continuità, gli unici 3 punti realizzati nei primi 4’ del secondo quarto sono quelli su tripla di Gasparin, e gli Stings ne approfittano con l’asse Candussi-Mei. 

Ma è proprio il play-guardia biancorosso Gasparin a caricarsi l’attacco imolese sulle spalle e ad accorciare il divario: 30-28 al 15’. 

I ragazzi di Coach Cavina macinano canestri, trovando quella continuità che non erano riusciti a trovare nei primi 17’ di gioco, portandosi in vantaggio con la tripla di Wilson: 34-35 al 17’. Appena cala l’intensità in attacco, tiri aperti infranti sul ferro, i mantovani, trascinati da Maraschini, ne approfittano e si riportano a +5. 

41-36 all’intervallo lungo. 

Al ritorno sul parquet è subito +10 Mantova, 46-36 al 22’. Imola rimane attaccata alla squadra mantovana solamente realizzando i liberi, 46-41, Bell accorcia ulteriormente portando i suoi a -3, 46-43 al 24’. Se Candussi domina sotto la plance Alviti piazza tre bombe ed è sorpasso: 50-52 al 25’. Penna recupera palla e realizza 50-54, ma Vencato piazza la bomba per tenere Mantova attaccata ai biancorossi 53-54 al 27’. 

Le due formazioni non calano d’intensità e se da una parte Bell spinge l’attacco imolese, per i mantovani è Brownridge che riporta in parità il punteggio: 56-56 al 29’. 

Alviti continua a bombardare la formazione mantovana, ma Vencato dalla lunetta non sbaglia e il tabellone canta 58-59. 

Finale di terza frazione di gioco da cardiopalmo, Candussi tiene a galla i mantovani mentre Imola continua a non sbagliare dalla lunetta e sulla sirena Wilson realizza il canestro che permette ai biancorossi di chiudere in vantaggio 64-65 al 30’. 

Si riapre a suon di bombe l’ultima frazione di gioco: Jones da una parte e Bell dall’altra 67-68. 

E’ l’antisportivo inesistente fischiato a Wilson che manda Timperi in lunetta e che riporta Mantova in vantaggio 69-68 al 33’. Imola perde continuità in attacco e le palle perse agevolano l’attacco mantovano 74-70 al 35’. Jones e Vencato continuano la corsa degli Sting e piazzano il +9, 79-70 al 37’.

Sono i canestri dalla lunetta di Bell e Wilson che tengono a galla Imola: 79-74 al 38’. 

Quinto fallo fischiato a Wilson e tripla di Alviti: 80-77. 

Bell perde palla, Mantova non realizza, ed è sempre l’usa imolese che mette una tripla da casa sua: 80-80 a 29’’ da giocare. 

Time out Lamma e palla in mano ai padroni di casa, Brownridge infrange il tiro sul ferro, recupero di Moraschini che sbaglia ma Brownridge realizza sulla sirena 82-80 con 2 decimi di secondo da giocare. Prato prova la preghiera dalla rimessa ma non va e Imola perde 82-80.




Andrea Costa Imola: la conferenza stampa di coach Cavina

17/12/2017


Andrea Costa Imola: la conferenza stampa di coach Cavina

Coach Cavina inizia la conferenza stampa facendo riferimento alla settimana appena passata:
“Le due vittorie ci hanno dato certamente consapevolezza che stiamo facendo un buon lavoro e soprattutto ci hanno dato anche maggior entusiasmo, perché è in dubbio che il lavoro è sempre costante ed intenso però le soddisfazioni in campo aiutano a prendere sempre più fiducia nelle cose che si fanno. 
Per quanto riguarda il nostro gioco non è cambiato niente in queste ultime patite ma abbiamo solamente eseguito al meglio le nostre cose e abbiamo difeso con più continuità.”

Cosa possono migliorare i suoi ragazzi: 
“C’è ancora un piccolo step da fare che riguarda i dettagli a livello offensivo, anzi forse è un grande step, e quindi dovremmo cercare di mantenere un’alta intensità. Dobbiamo limare questi dettagli ed evitare di incorrere in quelle pause che possono essere pause date dalle percentuali di tiro. 
Dobbiamo evitarle anche attraverso rotazioni diverse, visto che ora siamo al completo dobbiamo cercare di avere un’ intensità offensiva al pari di quella difensiva.”

Focus sulla trasferta di Mantova:
“Nella partita che giocheremo domani incontreremo una squadra che ha giocatori 
esperti, non per la carta d’identità, ma ha giocatori che anno avuto una propria storia in questa categoria.
Mantova ha un giocatore, Bobby Jones, che è un giocatore di riferimento anche in termini umani in campo, dato che viene definito la chioccia della squadra.
Sarà una trasferta tosta, ma tanto è una banalità perché non ci sono gare facili. 
Però penso che andiamo a Mantova con un obiettivo ben chiaro: sappiamo chi abbiamo di fronte e gli avversari che incontreremo.”

 

 

Sofia Conti
Responsabile Comunicazione & PR
Andrea Costa Imola Basket  



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'