In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

Raggisolaris Rekico Faenza vs Janus Basket Fabriano 61 - 67

Di Luca Del Favero 02/12/2019


Raggisolaris Rekico Faenza vs Janus Basket Fabriano   61 - 67

Faenza, 1 dicembre 2019

UNA REKICO MAI DOMA CADE NEL FINALE CONTRO FABRIANO

Rekico 61
Ristopro 67
(16-16; 32-32; 44-52)

FAENZA: Anumba 11, Rubbini 6, Oboe 11, Wang ne, Samorì ne, Zampa 5, Calabrese, Tiberti E. 17, Bruni 1, Klyuchnyk ne, Sgobba 10, Petrini ne. All.: Friso
FABRIANO: Fratto 9, Pacini, Petrucci 12, Del Testa 9, Paolin 5, Merletto 4, Garri 10, Guaccio 2, Radonjic 16, Cianci ne. All.: Pansa
ARBITRI: Colombo – Sordi

Un vero peccato. Alla Rekico restano gli applausi per avere giocato una buona partita contro Fabriano, una delle corazzate del campionato che ha vinto nove delle dieci gare disputate, e la convinzione di essere sulla strada giusta, avendo dato continuità alla vittoria di Rimini. Onore e merito a Fabriano che conferma tutte le sue qualità e quel cinismo tipico di chi punta alla vittoria del campionato. Con un pizzico in più di fortuna in alcuni episodi la Rekico avrebbe però potuto centrare il colpo grosso…

Avvio di gara perfetto per i faentini che aggrediscono sin dalla prima azione la Ristopro lottando su ogni pallone e trovando punti con Anumba. I marchigiani si affidano a Garri sotto canestro e al tiro da tre sparando però a salvd con Faenza che non ne approfitta, tanto che il primo quarto termina 16-16. Anche nel secondo i Raggisolaris sono i mattatori, lottando senza timore reverenziale e portandosi avanti 30-22. Fabriano ha però un roster esperto e ricco di soluzioni e così a spostare gli equilibri è Radonjic, ottimo sotto canestro nell’aprire gli spazi ai compagni, tanto che in pochi minuti, gli ospiti piazzano un break di 10-0. A rimettere le cose a posto è Zampa allo scadere per il 32-32 dell’intervallo.

Al rientro in campo, la Ristopro alza l’intensità difensiva mandando in confusione la Rekico che tra i troppi falli commessi e i canestri sbagliati, si ritrova ad inseguire. Prima 44-52 al 30’ e poi 48-60 al 35’. Proprio in questo difficile momento arriva la reazione che infiamma il PalaCattani. Edoardo Tiberti segna 6 punti consecutivi cedendo poi il testimone a Sgobba che piazza la tripla del 59-63 a 1’ dalla fine. A 48’’ la Rekico è sfortunata nel non vedersi assegnare una rimessa e proprio nell’azione successiva, Fratto firma il 65-59. Ma non è finita: Bruni recupera palla a centrocampo servendo Zampa che a 10’’ dalla sirena ha la tripla della rimonta. La sua conclusione finisce sul ferro poi Radonjic dalla lunetta chiude i conti. Questa Rekico si merita comunque soltanto applausi.

PROSSIMO TURNO La Rekico giocherà in casa anche domenica 8 dicembre: alle 18 ospiterà la Goldengas Senigallia.

Luca Del Favero
Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza




Battuta anche la Rekico Faenza : tre di fila per la Janus Fabriano

Di Giacomo Marini 02/12/2019


Battuta anche la Rekico Faenza : tre di fila per la Janus Fabriano

BATTUTA ANCHE FAENZA, TRE DI FILA PER FABRIANO
Serve una solida Ristopro nel secondo periodo per espugnare il PalaCattani e agguantare la terza vittoria consecutiva
Nell'undicesima giornata di Serie B Old Wild West, al PalaCattani di Faenza, si gioca il match tra la Rekico e Fabriano dove i cartai non vincono dal 2007. Nei primi due quarti é un testa a testa fra le due compagini e la Ristopro é brava a non abbattersi quando i padroni di casa si portano sul +8, 30-22, con una tripla del giovane Oboe. É bravo coach Pansa a strigliare i suoi, che una volta rientrati in campo iniziano a macinare punti, impattando prima della fine del secondo periodo, trascinati da un Radonjic top scorer di serata con sedici punti. Ancora una volta in questa stagione, é il terzo quarto ad incanalare la partita verso i biancoblu. Al rientro sul parquet servono una difesa ferrea e attacco più fluido per la Janus, che trova i tiri di Petrucci e Del Testa per stordire Faenza e spingersi nel primo tentativo di fuga (35-43 al 25’). Fabriano cerca di gestire il vantaggio anche nell'ultima frazione di gioco e sembra riuscirci per buona parte, tanto da arrivare sul +12 grazie ai canestri di Radonjic e Paolin, con soli sei minuti da giocare; sul finale, é brava Faenza a non mollare e gettarsi all'attacco assestando un notevole parziale, tanto da giungere a -4 con un solo minuto rimasto sul cronometro: la Ristopro non si scompone e chiude la partita sul canestro del capitano Fratto.

Rekico Faenza 61 – 67 Ristopro Fabriano

REKICO FAENZA: Anumba 11 (5/13, 0/1), Rubbini 6 (2/4, 0/4), Oboe 11 (4/7, 1/3), Wang ne, Samori ne, Zampa 5 (2/3, 0/5), Calabrese (0/1 da tre), Tiberti 17 (6/11, 1/2), Bruni 1 (0/1, 0/2), Klyuchnyk ne, Sgobba 10 (2/6, 2/4), Petrini ne. All. Friso

RISTOPRO FABRIANO: Fratto 9 (3/6, 0/1), Pacini ne, Petrucci 12 (1/2, 3/11), Del Testa 9 (3/6, 1/5), Paolin 5 (2/3, 0/4), Merletto 4 (2/7, 0/3), Garri 10 (4/12, 0/1), Guaccio 2 (1/1, 0/1), Radonjic 16 (5/7, 1/6), Cianci ne. All. Pansa

Arbitri: Roberti di Roma e Sordi di Casalmorano

Parziali: 16-16, 32-32, 44-52

Note – Tiri liberi: Faenza 7/10, Fabriano 10/13. Tiri da due: 21/45, 21/44. Tiri da tre: 4/22, 5/32. Rimbalzi: 38 (off. 4), 52 (off. 16). Assist: 25, 17. Spettatori 1200

 

Giacomo Marini

Ufficio stampa Janus Basket Fabriano



La Rekico cerca conferme contro la big Fabriano

01/12/2019


La Rekico cerca conferme contro la big Fabriano

 

Con il morale alto e le motivazioni a mille, la Rekico ritorna al PalaCattani dove disputerà le prossime due gare di campionato. Il mini tour casalingo partirà domenica contro la Ristopro Fabriano, seconda forza del girone insieme a Piacenza e in corsa per la Final Eight Coppa Italia, match in programma alle 18, mentre domenica 8 alla stessa ora riceverà la Goldengas Senigallia. Fabriano si presenterà a Faenza con molti tifosi al seguito ed infatti è previsto spettacolo dentro e fuori dal campo, considerando anche che in palio ci saranno punti molto importanti per entrambe.

 

L’EVENTO – All’intervallo saranno nostri ospiti i ragazzi dell’Associazione Sportiva Disabili Faenza che si esibiranno in una partita di Baskin, disciplina sportiva che li vede tra le più importanti realtà dell’Emilia Romagna. La società faentina, nata sei anni fa, ha ben 52 tesserati tanto da dover creare due squadre che partecipano al campionato regionale.

 

L’AVVERSARIO Seconda in classifica e in piena corsa per la Final Eight di Coppa Italia. La Ristopro Fabriano sta confermando sul campo le grandi ambizioni estive e i pronostici che la davano come una delle favorite alla promozione in serie A2. I marchigiani stanno infatti avendo un’ottima marcia in campionato con otto vittorie in dieci gare (le sconfitte sono arrivate a Chieti e in casa con Cento) con i colpi in trasferta a Rimini e a Montegranaro.

Il nuovo corso di Fabriano ha visto una vera e propria rivoluzione in estate con l’arrivo di ben dieci nuovi giocatori e dell’allenatore: l’unico confermato è stato capitan Niccolò Gatti, infortunatosi alla spalla ad inizio stagione e sostituito con Todor Radonjic, finito ora sul mercato dopo non aver collezionato neanche una presenza in campionato.

La panchina della Ristopro è stata affidata a Lorenzo Pansa, reduce dall’esperienza in serie A2 a Tortona dove è stato esonerato dopo tre giornate nella scorsa stagione, ma in quella precedente aveva vinto la Coppa Italia di A2. Tra i giocatori spicca Luca Garri, pivot classe 1982 e icona della pallacanestro nazionale, vincitore della medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene del 2004, arrivato da Tortona. A Fabriano sta viaggiando a 16.2 punti di media, dimostrandosi di grande impatto anche in B. Gli altri giocatori hanno un lungo palmares in A2 e in B. In cabina di regia c’è Francesco Paolin, ex Cassino (A2), mentre tra le guardie spiccano i due ex Matera (serie B) Daniele Merletto che viaggia a 11.6 punti di media, e Maurizio Del Testa. Come ali la Ristopro può contare su Niccolò Petrucci (che ha incrociato la Rekico con Caserta nella scorsa Coppa Italia), il montenegrino Todor Radonjic (ex Chieti, serie B), e l’under Angelo Guaccio (ex Cassino, A2) classe 2000. Sotto canestro oltre all’esperienza di Garri, c’è la fisicità di Francesco Fratto, lo scorso anno a Piombino in serie B e da sempre protagonista in squadra di vertice. Completano l’organico di Fabriano, gli under Luigi Cianci (ala del 2000 arrivato dalla Leonis Roma, serie A2) e i tre ragazzi delle giovanili Gianluca Cicconcelli (ala del 2000), Leonardo Cola (guardia del 2004) e Leonardo Pacini (play del 2002).

IL PREPARTITA “A Rimini abbiamo giocato un’ottima partita per atteggiamento e mentalità – sottolinea la guardia 18enne Nicola Calabrese - e ora dobbiamo dare continuità a questa prestazione a cominciare dalla gara casalinga contro Fabriano. Avere vinto il derby è stato importante, perché volevamo uscire da un momento non positivo e ci siamo riusciti con una buona prova del collettivo, togliendoci anche la soddisfazione di conquistare la prima vittoria in trasferta.

Domenica ci aspetta un match duro e insidioso da affrontare con concentrazione per evitare di subire break, perché contro simili squadre, sarebbe poi difficile recuperare il passivo. Abbiamo il morale molto ed inoltre giochiamo davanti al nostro pubblico, due situazioni che ci faranno interpretare al meglio questa gara.

Sono contento di aver avuto spazio a Rimini e ho dato il massimo come sempre, guadagnandomi la fiducia dell’allenatore e dei compagni. Sto iniziando ad ambientarmi alla serie B e ad entrare nei meccanismi di gioco della squadra e ogni giorno mi impegno per farmi trovare pronto. Da debuttante, mi ha stupito la grande fisicità che c’è in questo torneo e sto lavorando per farmi valere anche sotto questo aspetto”.

PROSSIMO TURNO La Rekico giocherà in casa anche domenica 8 dicembre: alle 18 ospiterò la Goldengas Senigallia.

 

Luca Del Favero

Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza

 



Spavalderia e miglior attacco : la Rekico Faenza.

Di Ufficio Stampa Janus Fabriano 29/11/2019


Spavalderia e miglior attacco : la Rekico Faenza.

SPAVALDERIA E MIGLIOR ATTACCO: LA REKICO FAENZA
La Ristopro ospite del PalaCattani di Faenza contro la squadra di Friso, una giovane macchina da punti
Tornata al secondo posto con il successo sulla Bakery Piacenza, la Ristopro incontra sul suo cammino un’altra squadra emiliano-romagnola, da affrontare stavolta in trasferta.
Domenica alle 18 al PalaCattani i biancoblù faranno visita alla Rekico Faenza, giovane e agguerrita squadra che naviga nella parte centrale di classifica.
La Rekico, guidata dall’esperto Massimo Friso, è fresca di una vittoria emotivamente importante: nell’ultimo turno ha violato il Flaminio di Rimini nell’atteso derby contro la Albergatore Pro 78-66 con 21 punti di Anumba.
In quintetto la Rekico ha elementi esperti nei ruoli cardine. Il play è il 38enne Giovanni Bruni, l’anno scorso all’HSC Roma (serie B, girone D): è il miglior assist-man dell’intera categoria con 6.7 passaggi smarcanti a partita. Nel ruolo di guardia il ’99 Michele Rubbini, mentre il reparto ali è occupato dall’incisiva coppia Anumba-Sgobba: quest’ultimo, toscano classe’ 92, è stato a Fabriano con la maglia della Spider fra il 2010 e il 2012 e nella stagione corrente viaggia a 14.3 punti e 6.1 rimbalzi. Nel ruolo di pivot il solido Edoardo Tiberti, 22enne che viaggia a 11.3 punti e 8.4 rimbalzi ed è il miglior stoppatore del girone (1.6 a partita).
Alternative giovani in panchina per coach Friso: gli esterni Oboe, Zampa e Calabresi sono tutti under 19. Classe 2000 è anche Amedeo Tiberti, poco meno di 15’ di media in campo in cui porta rimbalzi e intensità. Sotto le plance una valida spalla ai titolari è il lungo di origine ucraina, ex Ozzano, Dimitri Klyuchnyk (10 punti e 4.6 rimbalzi), assente nella vittoria a Rimini. Faenza potrebbe anche scegliere un assetto più dinamico, con Zampa nello starting five e l’anomala coppia lunghi Anumba-Sgobba, tenendosi Edoardo Tiberti in panchina come carta da giocare a partita in corso.
Si affrontano i due migliori attacchi: Faenza ha sorpassato al vertice della speciale graduatoria la Ristopro, che arriva al PalaCattani determinata a calare il tris dopo la corroborante vittoria ottenuta contro Piacenza.

Ufficio Stampa Janus Basket Fabriano



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'