In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Professionisti | Serie A

20° giornata LBA, Umana Reyer Venezia – Virtus Segafredo Bologna: 71 – 83

Di Jacopo Cavalli 25/01/2020


20° giornata LBA, Umana Reyer Venezia – Virtus Segafredo Bologna: 71 – 83

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


Venezia, 25 gennaio 2020

Umana Reyer Venezia – Virtus Segafredo Bologna: 71 – 83

(Q1 21 – 21/ Q2 39 – 44 /Q3 55 – 63)

Umana Reyer Venezia: Casarin, Stone 3, Bramos 21, Daye 13, De Nicolao 7, Filloy 5, Vidmar 2, Chappel 7, Mazzola, Pellegrino ne, Cerrella 3, Watt 10.
Coach: De Raffaele

Virtus Segafredo Bologna: Gaines, Deri ne, Pajola 6, Baldi Rossi 3, Markovic 12, Ricci 7, Cournooh ne, Hunter 17, Weems 9, Nikolic ne, Teodosic 16, Gamble 13.
Coach: Djordjevic

Arbitri: Mazzoni, Borgioni, Di Francesco.

 

Il primo tempo. Teodosic, Markovic, Weems, Ricci e Gamble è il quintetto di partenza schierato da Coach Djordjevic in occasione della sfida in casa dei Campioni d’Italia. Teodosic inventa e Ricci segna il primo canestro della partita appoggiando con la destra la mano a canestro, Watt risponde ma ancora Ricci trova la prima tripla della partita, 5 a 2 per la Segafredo. Watt trova altri 2 punti ma Gamble, su assist di Markovic, gonfia la retina e riporta sul +3 le V Nere; dalla lunetta il centro americano fa 1/2, mentre Ricci lascia il posto al capitano, Baldi Rossi. La tripla di Bramos porta la squadra di casa a -1 dai bianconeri, ma è ancora Gamble protagonista nei primi 5 ‘minuti di gioco, trovando altri 2 punti. Teodosic allunga il vantaggio della Segafredo, Bramos risponde presente, ma è ancora Teodosic a fare la voce grossa, fallo e ai liberi piazza 2/2, 9 – 14 Virtus al 6’ di gioco. Chappel trova la bomba del -2, Pajola ferma irregolarmente Bramos e il numero 6 di Venezia riporta i padroni di casa sul punteggio di parità, 14 – 14. Hunter segna, Chappel risponde e il Coach delle Vu Nere inserisce Markovic per Teo; Filloy segna la tripla con un tiro oltre l’arco e si porta per la prima volta, nel corso della partita in vantaggio: 19 a 16 e primo time out chiamato della partita chiamato dalla Virtus. Come dichiarato in conferenza stampa da Coach Djordjevic, nel primo quarto le due squadre lottano punto a punto. Pajola segna i primi punti della sua gara, Venezia risponde con Daye. Ancora Pajola riporta a -1 i suoi compagni, Hunter dai liberi riporta in parità il risultato e i primi 10’ minuti si chiudono sul risultato di 21 a 21. Il secondo quarto si apre con Hunter grande protagonista: prima sfrutta l’alley-oop di Markovic, trova il tiro da 3 punti ed infine infila la palla del + 7. Daye trova il tiro dall’arco, ma Weems, sempre servito da Markovic, porta il risultato sul 24 – 30 per i bianconeri. Bramos tenta la rimonta, ma Markovic dalla lunetta fa 2/2 al 14’ di gara. Cambio tutto serbo tra le file Virtus, fuori Markovic, dentro Teodosic. Daye, altro protagonista nel corso del secondo quarto, riporta a -3 Venezia, Baldi Rossi subentra ad Hunter e Markovic rientra per Pajola. Weems si gira e in transizione trova i 3 punti, ma Venezia si riporta in area e trova il canestro da 2 punti. Coach Djordjevic chiama il time out sul punteggio di 31 a 34 Segafredo quando mancano meno di 5’ alla fine del primo tempo. Bramos trova la tripla del pareggio, al 18’ di gioco, Weems esce ed entra Pajola, Hunter subentra a Gamble. Il 32 americano sfrutta l’assist di Markovic e riporta la V nera in vantaggio, ma Venezia pareggia. Baldi Rossi trova la bomba dall’arco a meno di un minuto dall’intervallo lungo, 36 – 39 Virtus. 1/2 dalla lunetta per Daye, riparte la Segafredo, Markovic per Pajola che in post basso trova Hunter, penetrazione nel pitturato e gancio con la mano destra di Vince: 37 a 41 a 38’’ dalla seconda sirena. Il numero 6 orogranata porta sul -2 i suoi compagni, ma Markovic, proprio sulla sirena, trova una meravigliosa tripla. 39 a 44 e squadre negli spogliatoi.
Il secondo tempo. E’ lo stesso quintetto di partenza schierato da Coach Djordjevic nel primo tempo ad aprire il terzo quarto. Gamble apre le marcature schiacciando a canestro, Teodosic ruba il pallone che fa scattare il contropiede bianconero, Ricci finalizza l’ottima costruzione di gioco e Coach De Raffaele è costretto a chiamare il time out; Virtus avanti di 9 punti. Watt lavora bene sotto canestro, finta e retina che si gonfia, Gamble non è da meno e riporta le V nere sul +9. Stone trova la bomba, Bramos altri 2 punti e la Reyer torna sul – 4 dopo 5’ minuti dall’inizio del secondo tempo. Markovic infila il tiro da 3 punti, mentre Gamble stoppa il tentativo di Venezia diretto a canestro. Fuori Weems e dentro Pajola, Teodosic si porta in lunetta e fa 1/2, Virtus a +8; altro cambio, Baldi Rossi per Ricci. De Nicolao segna, Teodosic trova la tripla e Markovic segna su assist di Pajola, bianconeri che si portano sul +11, autori di un terzo quarto magistrale per intensità ed energia. Markovic ricambia il favore a Pajola, passaggio veloce sotto canestro per il giovane play italiano che appoggia a canestro il +13 a 2’22’ dalla fine del terzo quarto. Filloy prova a riportare i suoi in partita mettendo a referto 2/2 ai liberi, Cerrella trova il tiro da 3 dalla destra del canestro, mentre Vidmar segna e ma non concretizza il gioco da tre punti. Gamble scambia per Markovic che segna, il 55 a 63 Virtus. Terza sirena e ultimo quarto che si appresta a cominciare. Ultimo quarto che si apre con i 2 punti di Chappell, risponde subito Teodosic  che, successivamente si porta in lunetta e fa bottino pieno 2/2. Vantaggio di +10 per la Virtus di Coach Djordjevic. Bramos e Daye ridanno speranza agli orogranata riportando Venezia a -4, il tecnico bianconero è costretto a chiamare il time out. Hunter, freddo e glaciale, dalla lunetta fa 2/2, Weems, su assist di Teodosic, segna, subisce il fallo e concretizza il gioco da tre punti, 64 a 72 Virtus quando mancano 5’ alla fine della partita. Gamble continua a segnare, Teodosic trova altri punti e le V Nere si riportano sul +14 quando mancano 3’ e 40’’. Time out chiamato da Venezia. La difesa Virtussina non lascia passare nulla, i rimbalzi sono tutti bianconeri, e gli orogranata cercano di riaprire la partita con il tiro da 3, ma i tentativi sono vani. Weems fa 2/2 ai liberi, +16 e massimo vantaggio della partita. Watt schiaccia con una mano, ma la difesa veneziana è costretta a fermare troppo spesso con le cattive Bologna. Hunter rientra al posto di Gamble, De Nicolao fa 2/2 ma Teodosic non lascia scampo e continua a segnare. Altra tripla messa da Venezia ma ormai non c’è più tempo. Ultima sirena, la Virtus espugna il campo dei Campioni d’Italia, altra statistica distrutta da Coach Djordjevic, era dal 1993 che le V Nere non vincevano su questo campo. 17 vittorie su 19 incontri.


Area Comunicazione e Stampa
Virtus Segafredo Bologna
Jacopo Cavalli

 




20° giornata LBA, le parole di Coach Djordjevic nel post partita di Venezia

Di Jacopo Cavalli 26/01/2020


20° giornata LBA, le parole di Coach Djordjevic nel post partita di Venezia

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


Venezia, 25 gennaio 2020

“Ho letto che la Virtus non vinceva su questo campo dal 1993. È una cosa pazzesca e non posso che essere orgoglioso dei miei giocatori, della loro voglia di difendere, di soffrire e di arrivare a conquistare questa vittoria. L’impatto di Baldi Rossi e Pajola dalla panchina questa volta è stato importante, ma penso che la prova di Markovic sia stata davvero esemplare, la migliore fino adesso. I numeri possiamo analizzarli, sicuramente non sempre ci entra tutto, ma abbiamo avuto sempre una grande concentrazione per tutta la partita. Specialmente nel secondo tempo abbiamo spinto un po’ e questo vuol dire che i nostri ragazzi hanno energia. Si è vista in modo particolare dai lunghi, Gamble e Hunter considerando che il secondo fallo di Ricci è arrivato troppo presto e ingenuo. Non penso che questa vittoria ci dia un vantaggio psicologico sulla partita di coppa Italia perché le grandi squadre hanno grande orgoglio e per questo dovremo dimenticarci subito. Le società che hanno carattere come Trento lo dimostrano, come loro stasera sul campo di Sassari. Pajola ieri aveva un po’ di febbre ma ha voluto esserci e ha fatto veramente una buona gara.”

Area Comunicazione e Stampa
Virtus Segafredo Bologna
Jacopo Cavalli



La conferenza pre partita di Coach Djordjevic

20° giornata LBA,

Di Jacopo Cavalli 24/01/2020


La conferenza pre partita di Coach Djordjevic

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Bologna, 24 gennaio 2020

“Ultimo allenamento prima della partita contro i campioni d'Italia.
Venezia sta lasciando un'impronta fortissima sul campionato italiano, come
ho detto all'andata, è una società che sta dando l'esempio, soprattutto dal
punto di vista dei risultati. Ci aspetta una partita molto fisica e tosta,
in un ambiente unico: dobbiamo essere assolutamente pronti a giocare una
partita punto a punto. Giocano insieme da tanti anni, automatismi   e idee
chiare sono il loro punto   di forza. Noi abbiamo qualche acciacco ma siamo
pronti per una bella prova contro una squadra che incontreremo anche in
Coppa Italia. Gli acciacchi sono le solite cose che alcuni trascinano da un
po' di tempo: Markovic ha questa caviglia che gli sta dando problemi, negli
ultimi giorni, ad allenarsi con continuità. **Marble è un giocatore duttile
e versatile: ci può dare tanto dal punto di vista atletico, è stato la
seconda scelta in NBA e ha avuto un ottimo impatto quando è venuto in
Italia a giocare. Quest'anno ha fatto una scelta importante andando in G
League, nonostante avesse altre offerte e ha voluto provare. E' stato un'
di tempo in questa squadra di G League, dalla quale sono usciti tanti
giocatori importanti. Conoscendo tutto di lui, io e Paolo Ronci abbiamo
deciso che in questo momento sarebbe stato un aiuto ed un rafforzamento per
la nostra squadra. È ovvio che con tanti impegni aiuterà anche dal punto di
vista numerico in partita ma   anche in allenamento, affinchè chi gioca di
più possa recuperare; il recupero dei giocatori è la chiave per affrontare
bene la stagione. Abbiamo giocatori che hanno giocato tanti minuti come
Markovic, Teodosic, Weems e Gaines. Sono curioso di vedere in quanto tempo
Marble si adatterà a noi. Parte con il vantaggio di conoscere i giocatori e
il nostro campionato, ha già giocato con Baldi Rossi e questo sicuramente è
un vantaggio. Goudelock lo conosciamo bene, è una macchina da punti e si
vede che ora è pronto per giocare; vediamo come cambierà il loro assetto
tattico con il suo apporto. Gaines sta bene, come tutti i giocatori deve
rimanere tranquillo, perché fino ad ora ha sempre fatto bene, giocando per
la squadra. Se non va bene, va via il Coach, perché sono io che devo tirare
fuori il meglio dai giocatori. Abbiamo parlato io e lui qualche settimana
fa: quando escono voci di mercato, soldi, ad alcuni può non interessare,
altri invece ne risentono. Ho rivisto la partita di Trento: vincere fuori
casa, in questo momento della stagione, due volte in fila contro la stessa
squadra non è facile. Sono stato troppo duro, ma non ditelo ai giocatori:
loro devono mettere attenzione, non voglio che nessuno di loro molli
neanche un centimetro. Io cerco di spronarli, a volte anche trovando delle
critiche che per me sono valide. Ieri abbiamo fatto un buonissimo
allenamento. Vincere a Venezia potrebbe essere molto significativo, anche
se noi giochiamo sempre per vincere. A volte ci sono dei momenti che
rappresentano tanto per un gruppo. Ci sono stati già questi tipi di momenti
ma ce ne aspettano altri. Partita contro i campioni d’Italia, fuori casa:
cosa c’è di meglio? Tutti vorrebbero giocarla. Ogni trasferta nel
campionato italiano è difficile, soprattutto per le squadre più forti.
Sicuramente questa è una delle più difficili. Marble dovrebbe ricevere oggi
il visto e arrivare nella giornata di domani: ci sarà tempo per vederlo in
campo, a Venezia potrebbe venire come turista, ma nel palazzetto non mette
piede."


Jacopo Cavalli
Ufficio Stampa e Comunicazione
Virtus Pallacanestro Bologna



Virtus Segafredo Bologna : Ufficializzato il numero di maglia di Devyn Marble!

Di Jacopo Cavalli 24/01/2020


Virtus Segafredo Bologna :  Ufficializzato il numero di maglia di Devyn Marble!

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

 

Bologna, 24 gennaio 2020

Devyn Marble, neo acquisto di Virtus, ha scelto la maglia numero 2 per questa nuova avventura sportiva con le V Nere!

Area Comunicazione e Stampa
Virtus Segafredo  Bologna
Jacopo Cavalli



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'