In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

Pall. Piacentina vs Sutor Pall. Montegranaro 73 - 69

Di Diego Pierluigi 29/01/2020


Pall. Piacentina  vs  Sutor Pall. Montegranaro   73 - 69

Seguici su Facebook  : BASKET EMILIAROMAGNA

LA SUTOR LOTTA FINO ALL’ULTIMO TIRO MA A PIACENZA LA VITTORIA SFUGGE PER UN SOFFIO

Piacenza,29 Gennaio  2020  – Ci è andata veramente vicina questa volta la Sutor che ha lottato su ogni pallone e in ogni centimetro di campo contro una mai doma Bakery Piacenza. Si è deciso solamente negli ultimi secondi un torno infrasettimanale che vede ancora una volta i ragazzi di coach Ciarpella uscire dal campo con l’amaro in bocca nonostante la prestazione maiuscola e per non essere riusciti a conquistare la prima gioia di questo stregato 2020.

Dopo la sconfitta al fotofinish alla Bombonera contro Giulianova per la Sutor la sfida alla Bakery Piacenza era l’occasione di ottenere una vittoria, che manca in trasferta oramai da troppo tempo e che avrebbe permesso agli uomini di coach Ciarpella di guardare la classifica con maggiore serenità, visto il gruppone dei playout che ormai ha inglobato anche la Premiata. La partita sicuramente si presentava molto complessa considerando che si giocava in uno dei campi più caldi della serie B e in più di fronte la Sutor aveva un avversario decisamente ben costruito ed allenato. Entrambi i team erano reduci da una sconfitta maturata nel rispettivo ultimo scontro e in questo turno infrasettimanale si sono sfidate con il coltello tra i denti per voltare subito pagina. Il quintetto titolare schierato da coach Marco Ciarpella prevedeva il solito Caverni in cabina di regia con ai lati Lupetti e il nuovo arrivo Rovatti, mentre ad agire sotto le plance ci hanno pensato Polonara e Panzieri, unica defezione Francesco Ciarpella rimasto in panchina a seguito del problema alla caviglia patito nell’ultima gara contro Giulianova. Dopo un toccante minuto di silenzio in onore di Kobe Bryant, la gara si è aperta su dei buoni ritmi con Cena a trovare subito il primo canestro con fallo della serata ma è anche repentina la risposta della Premiata che con Rovatti realizza la tripla per un immediato equilibrio, il tutto nel primo minuto di gioco. Piacenza prova a scappare sul 7-3 ma è ancora il volto nuovo di casa Sutor che con una bomba dall’angolo riesce a fare star i suoi con il fiato sul collo dei padroni di casa. La prima metà del quarto continua punto a punto ma per la Sutor è sempre Rovatti a dare qualità e quantità tant’e che a 5’42’’ riesce a piazzare addirittura la tripla che vale il sorpasso gialloblù sull’11-13. I padroni di casa rispondono ma il play gialloblù Caverni si alza dalla linea dei tre punti e piazza il canestro che vale il 13-16 costringendo coach Campanella a chiamare il primo time out del match. La pausa fa bene ai biancorossi che si rimettono subito in carreggiata trovando in De Zardo la forza per rimettere il naso avanti sul 19-16 a quasi due minuti dalla fine del periodo. Gli ultimi frangenti dei primi dieci minuti di gara sono caratterizzati da qualche errore sotto canestro, soprattutto della formazione piacentina, e ad approfittarne è la Sutor che a 17’’ secondi dalla fine pareggia i conti con la tripla di Jovovic e poi sulla sirena è anche capace di finire il quarto in vantaggio sul 20-21 grazie al canestro di Lupetti. Il secondo periodo inizia con il due su due dalla lunetta di capitan Di Angilla, cosa che non riesce ad Artioli un minuto dopo, con Piacenza che nei primi istanti del quarto non vede l’ombra di un canestro. Brindelli e Pedroni riescono di colpo a trovarne due in fila e così i padroni di casa passano avanti, con la Sutor che a differenza del primo quarto comincia ad avere qualche problema in fase di realizzazione. I gialloblù grazie all’entrata di Rovatti a metà quarto riiniziano a macinare punti che non cancellano comunque qualche errore di troppo e così Cena a 4’23’’ dall’intervallo lungo finalizza al meglio un’azione di contropiede che porta i padroni di casa sul 30-25. Coach Ciarpella chiama un quasi obbligatorio time out e la Sutor al rientro in campo sembra un po' ritrovarsi ma Piacenza continua a tenere duro fino a quando però l’ennesimo sbaglio sotto canestro fa partire il contropiede gialloblù che viene capitalizzato alla grande da Rovatti che si va anche a prendere il fallo. Il numero 14 mette a segno il canestro aggiuntivo del 34-34 a 36’’ dal termine e in ultima battuta è Polonara a realizzare i due punti che valgono il vantaggio sutorino sul risultato di 34-36 alla fine del primo tempo, con Pedroni che fallisce la tripla sulla sirena. La seconda parte di gara inizia con Cena che fa bella mostra delle sue qualità sotto canestro andando a pareggiare i conti ma la Sutor questa sera non si fa impressionare e dopo tre minuti è Panzieri a mettere a segno la tripla che vale il 36-41 gialloblù. I biancorossi continuano ad essere imprecisi e alla metà del terzo quarto il tabellone luminoso recita il +10 Sutor che segna così il primo vero allungo della serata. La reazione piacentina passa dai 4 punti di Birindelli che uniti ai 2 di De Zardo consento alla Bakery di rifarsi sotto sul -4 a 3’42’’ dal termine del quarto. Coach Ciarpella capisce il momento difficile e chiama il break ma al rientro Piacenza continua a premere sull’accelleratore e, a 2'10’’ dal termine, gli sforzi biancorossi vengono premiati dalla bomba di Artioli che sancisce il vantaggio locale sul 49-48. La Premiata incassa il colpo e prova a rimanere attaccata all’avversario, grazie soprattutto alla tripla di Jovovic, ma sulla sirena Caverni sbaglia l’ultimo tiro che vale il vantaggio dei locali di 53-51 prima degli ultimi dieci minuti. I gialloblù partono bene nell’ultimo quarto trovando subito la via del canestro con Caverni che piazza la tripla del nuovo vantaggio Sutor. Artioli però non è da meno e risponde subito portando i suoi sul 56-54 così le due squadre iniziano a giocarsela punto a punto. Questa volta la benzina dei ragazzi di coach Ciarpella non finisce, come successo tre giorni fa, così con le unghie e con i denti Di Angilla e compagni riescono a difendere il piccolo vantaggio accumulato dagli attacchi rabbiosi dei padroni di casa. La gara si fa contratta come è normale che sia e di conseguenza sale il nervosismo con la Bakery che fatica a trovare buone soluzioni in attacco così come del resto la Sutor. Proprio da un errore in fase di impostazione dei gialloblù Piacenza riparte e riesce a pungere con Enzo Cena che a 1’27’’ dalla fine piazza la bomba che vale il 66-64 locale. La Premiata però non si abbatte e ritrova l’equilibrio con Panzieri che però sbaglia il tiro dalla lunetta aggiuntivo conquistato. Subito dopo il numerò 20 gialloblù è bravo a crederci e a pareggiare il canestro di Artioli ma i biancorossi con Perin trovano il nuovo vantaggio a 14’’ dalla fine. L’ultimo tentativo d’attacco sutorino porta sulla lunetta il capitano Riccardo Di Angilla che fa 1 su 2 consegnando così la vittoria alla Bakery Piacenza che si aggiudica l’incontro per 73 a 69.

Ce l’ha messa veramente tutta la Premiata per conquistare una vittoria che manca da troppo tempo dalle parti di Montegranaro ma anche stavolta non è bastato. La classifica rimane ferma ed ora la settimana infernale dei gialloblù si concluderà domenica con la gara esterna che si giocherà sul parquet della Goldengas Senigallia dove ci saranno in palio punti vitali in ottica salvezza.

Al termine della gara per la Sutor Basket Montegranaro è intervenuto Matija Jovovic:

“ E’ davvero un peccato per come è finita perché abbiamo combattuto fino alla fine e ci è mancato veramente poco per conquistare la vittoria – esordisce Jovovic – siamo comunque contenti della nostra prestazione ma ora dobbiamo ripetere questa prova e prepararci al meglio per la prossima importantissima sfida che ci attende tra qualche giorno a Senigallia. La classifica rimane corta però davanti abbiamo sempre meno partite da giocare, noi cercheremo di dare tutto in ogni sfida perché in palio ci sono sempre dei punti pesantissimi”.

BAKERY PIACENZA - SUTOR PREMIATA MONTEGRANARO  73-69

Bakery Piacenza: Udom 1, Pedroni 1, Artioli 9, Perin 13, Chiozza n.e., Bruno 7, De Zardo 12, El Agbani n.e., Cena 16, Birindelli 10, Vangelov 4
coach: Federico Campanella

Sutor Premiata Montegranaro: Lupetti 5, Ragusa 1, Villa 3, Di Angilla 3, Jovovic 9, Caverni 17, Polonara 5 , Rovatti 16, Panzieri 10
coach: Marco Ciarpella

1° Arbitro: Vito Castellano di Legnano (MI)
2°Arbitro: Davide Mario Silvio Quadrelli di Cassano Magnago (VA)

Parziali: 20/21,14/15,19/15,20/18
Progressivi: 20/21,34/36,53/51,73/69

Ufficio Stampa Sutor Premiata Montegranaro
Diego Pierluigi




Bakery Piacenza 73 – 69 Sutor Premiata Montegranaro (20-21; 34-36; 53-51)

Di Ufficio Stampa Pall. Piacentina 29/01/2020


Bakery Piacenza 73 – 69 Sutor Premiata Montegranaro (20-21; 34-36; 53-51)

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


LA BAKERY PIACENZA FA DIECI IN CASA BATTENDO MONTEGRANARO .

La Bakery sigla la doppia cifra in casa e riprende a correre. Nella serata dedicata a Kobe Bryant, i biancorossi riescono a prevalere su Montegranaro nel turno infrasettimanale della 19a giornata dopo il bruciante fotofinish di Chieti. Un match equilibrato da parte degli ospiti fa da contraltare agli sprazzi di Piacenza, che nel finale chiude i rubinetti difensivi e porta via la decima vittoria dal proprio palazzetto, mantenendolo imbattuto. Fondamentale la miglior freddezza offensiva e difensiva. Nonostante 33 punti combinati per Rovatti e Caverni, le 4 doppie cifre biancorosse fanno la differenza. Oltre al solito De Zardo, molto bene anche Cena ed Artioli con la palma di migliore in campo spartita in due tra Perin e Birindelli.

Cena e Rovatti aprono le danze al PalaBakery di Piacenza. L’inizio è scoppiettante, tanto che nei primi 3’ vediamo ben 17 punti. Sugli scudi va sicuramente Rovatti, ma a fargli compagnia troviamo sia Bruno che Vangelov. Poco più tardi è primo vantaggio ospite con la bomba di Caverni (13-16), in un periodo in cui Montegranaro tira benissimo da lontano e sfrutta le disattenzioni biancorosse. Con una media del 48% dal campo, le due avversarie vanno al primo riposo sul punteggio di 20-21.

Ad uscire meglio dalla pausa del primo periodo è sicuramente la Bakery. La difesa mischiata alla fluidità offensiva pagano dividendi alla formazione biancorossa che capitalizza con Birindelli, Artioli e De Zardo. Sul 30-25 firmato da Cena (7), Piacenza chiude un parziale da 10-4 che chiarisce le intenzioni a Montegranaro sull’andamento del match. Coach Ciarpella opta per la pausa, e ad uscirne è una formazione diversa: controparziale da 11-4 che vede in Panzieri e Caverni gli interpreti giusti. Sul finale arriva pure il canestro di Polonara che regala la leadership di due punti dopo i primi 20’.

In uscita dall’intervallo ci pensa De Zardo, nominato e premiato come Under21 MVP del mese di dicembre, a ri-inaugurare la serie di canestri. Panzieri non è da meno, e nonostante i problemi di falli del primo tempo, si sblocca da tre e segna il +5 gialloblu. Poco dopo è massimo vantaggio gialloblu con i canestri di Caverni, Panzieri e Lupetti: +10 a tabellone e controllo emotivo dell’incontro. Campanella chiede una pausa e decide di inserire capitan Birindelli: l’impatto è immediato. Canestro, canestro, canestro ed insieme alla bomba di Artioli è mega-parziale da 12-1 che vale il 49-48. Nonostante la botta sia forte, gli ospiti rimangono lì e chiudono a -2 lanciando la volata finale.

Il quarto parziale non fa che seguire l’andamento dell’intero match. Bomba di Villa, bomba di Caverni, sgasata di Perin e 59-57 sul tabellone. Altri due minuti di botta e risposta non fanno altro che insospettire il finale. Caverni (17) è indomito, e prova a scappare con la vittoria dal PalaBakery. Cena non vuole che accada, e mette 5 punti filati che lo fanno ergere a miglior marcatore biancorosso (16) con la tripla che fa esplodere il palazzetto. Due volte sul +2, nel finale, i piacentini bucano la difesa e permettono la doppia parità alla Sutor. Con 13 secondi al termine è Marco Perin a sgasare ed a timbrare il nuovo vantaggio. Dall’altra parte però, lo stesso play, commette fallo e lascia in lunetta Panzieri. Il centro gialloblu chiede il cambio dopo il contatto e lascia l’incombenza della nuova parità a Di Angilla, capitano della Premiata. Primo dentro, secondo fuori, rimbalzo dello stesso giocatore che riapre nelle mani di Bruno e fa concludere la partita. Cena e Bruno chiudono il discorso della lunetta e per i biancorossi vuol dire decimo successo casalingo.

Il Tabellino

Bakery Piacenza 73 – 69 Sutor Premiata Montegranaro (20-21; 34-36; 53-51)

Piacenza: Udom 1, Pedroni 1, Artioli 9, Perin 13, Chiozza NE, Bruno 7, De Zardo 12, El Agbani NE, Cena 16, Birindelli 10, Vangelov 4. All. Campanella

Montegranaro: Lupetti 5, Ragusa 1, Villa 3, Di Angilla 3, Jovovic 9, Ciarpella NE, Caverni 17, Polonara 5, Rovatti 16, Panzieri 10. All. Ciarpella

Area Comunicazione e Stampa
Pall. Piacentina

 

 



Anteprima di Bakery Piacenza - Sutor Montegranaro.

Di Ufficio Stampa Pall. Piacentina 28/01/2020


Anteprima di Bakery Piacenza - Sutor  Montegranaro.

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA


BAKERY PRONTA A TORNARE IN CAMPO NEL MATCH IN ONORE DI KOBE BRYANT: COACH CAMPANELLA E CENA INTRODUCONO LA PARTITA CON MONTEGRANARO .

Contro Chieti è arrivata la quinta sconfitta consecutiva in trasferta in seguito ad un match giocato fino all’ultimo secondo. La Bakery Piacenza si stacca così dal quartetto di testa, ma nulla è irrecuperabile e domani sera al PalaBakery ci sarà già occasione di risollevarsi. Gli avversari di Montegranaro arrivano da 5 sconfitte consecutive e sicuramente proveranno ad infrangere per la prima volta il parquet piacentino. Ad introdurci alla sfida del turno infrasettimanale sono stati il coach Campanella ed Enzo Cena.

La FIP ha disposto un minuto di silenzio su tutti i campi per tutta la settimana in memoria di Kobe Bryant, leggenda del basket mondiale e musa ispiratrice di molti giocatori. Un piccolo ma sentito e doveroso gesto per onorare la vita di un campione che ha sempre avuto nel cuore l’Italia. Sui led del PalaBakery apparirà una grafica in suo onore.

Una sconfitta dopo 40 minuti di equilibrio non cancella il buon lavoro fatto. Come risollevarsi in questi casi?

“Sono stati 40 minuti di assoluto equilibrio, dove molto spesso abbiamo condotto con il punteggio. Ciò che ci è mancata è stata la freddezza e la precisione al tiro che poi attraverso episodi ci ha punito nel punteggio finale. Chieti è una squadra composta da top player di categoria quindi sono molto soddisfatto della prova eseguita ed indubbiamente usciamo a testa alta da un parquet violato una sola volta fino ad ora. Ora testa al match di domani sera dove vogliamo assolutamente riscattarci per proseguire al meglio il nostro campionato.”

La Bakery incassa la quinta sconfitta consecutiva in trasferta. Cos’è che non va tra le mura nemiche?

“Non c’è qualcosa che non va, è solo un dato statistico. Le ultime 5 partite le abbiamo giocate su campi quasi inviolabili dove ha vinto quasi nessuno (le sconfitte sono arrivate con Cento 1°, Fabriano 2°, Cesena 3°, Rimini 4° e Chieti 7°). Dobbiamo essere bravi a guardare avanti e guardare le cose positive fatte in queste partite dove molte volte siamo andati vicini alla vittoria. Dovremo farci trovare pronti per la delicata trasferta di Porto Sant’Elpidio che ha voglia di risollevarsi, soprattutto davanti al pubblico amico.”

La parola è passata poi ad Enzo Cena, da due partite in doppia cifra.

“L’obiettivo di tutti è migliorare e lavorare in palestra per ottenere il risultato massimo. Con questa mentalità lavoriamo da agosto quindi a fine stagione e guarderemo la classifica e vedremo cosa dirà. Abbiamo dimostrato di poter dare filo da torcere a tutti quindi dobbiamo continuare per questa strada fino all’ultima giornata.”

Come arginare un’incerta Montegranaro che all’andata vi diede filo da torcere?

“Montegranaro è un’ottima squadra, composta da giocatori di qualità e grande entusiasmo. Nella gara di andata siamo stati bravi a stare concentrati per 40 minuti e alla fine siamo riusciti a portare a casa il risultato. Credo che dovremo cercare di fare la stessa partita, consapevoli di dover dare il massimo e poter far meglio della gara d’andata. Abbiamo voglia di riscatto davanti al nostro pubblico (un ringraziamento speciale a loro che ci hanno seguito fino a Chieti e quelli che ci hanno seguito da casa) dopo la sconfitta di domenica.”

Il focus su Montegranaro

I gialloblu allenati da coach Ciarpella sono tra le sorprese in negativo del girone C: infatti occupano solamente la dodicesima posizione con 6 vittorie all’attivo. La Sutor Montegranaro ha un roster molto giovane, facendo figurare ben 6 giocatori nati tra il 1999 e il 2001 mentre Di Angilla e Polonara recitano il ruolo di super veterani. Caverni con 13.3 ppg e Lupetti con 12.5 ppg sono i migliori realizzatori facendo figurare la Sutor come una squadra tiratrice con il 47% al tiro da 2 e il 28% da 3, accompagnato dai 38.8 rimbalzi.

Area Comunicazione e Stampa
Pall. Piacentina



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'