In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Basket | Dilettanti | DNB

A tu per tu con David Brkic

Di Nino Dalpozzo 28/04/2020


A tu per tu con  David Brkic

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

A tu per tu con David Brkic

David Brkic nato a Cesena il 19 Luglio 1982 ala grande , anche se all’occorrenza è adatto anche per il ruolo di centro . E’ Alto 2,12 cm peso 110 kg, è dotato di un ottimo gioco in post basso grazie all’eccellente utilizzo del piede perno; è inoltre un ottimo tiratore da tre punti (percentuali nella sua carriera vicine al 46%) . Il suo high-score personale in Legadue risale al 4 Novembre 2007, quando in canotta pavese segnò 39 punti sul campo di Montecatini . Con David ho vissuto una stagione meravigliosa insieme  , quando lui giovanissimo giocava in doppio tesseramento (Virtus Bologna) e io ero Dirigente Accompagnatore all’Hercolani Basket Castel Guelfo (Serie C1 stagione 2000/2001) , me lo ricordo che arrivava all’allenamento già stanco ,dopo essersi prima allenato con la Virtus Bologna in Serie A (stagione 2000/2001) .

Ora iniziamo l’intervista con David Brkic:

CIAO DAVID RACCONTAMI TUTTI I TUOI PASSAGGI DA GIOCATORE ?

Ho iniziato a otto anni nelle giovanili del Basket Cesena  e all’età di dodici anni mi chiamò la Virtus Bologna per un provino e mi acquistò subito,  vivevo in foresteria alla Virtus Bologna. Ho fatto tutta la trafila delle giovanili bianconere , mi allenavo , giocavo e studiavo e a diciotto anni ero nei dieci  della Serie A . Sono stato in Virtus fino all’età di ventuno anni che ha coinciso con il fallimento della Virtus . Ma in quegli anni ero sempre in prima squadra ,  vinsi  uno scudetto (2001-2002) e due Coppe Italia ( 2001 – 2002)e una Eurolega (2000/2001)  , e  nella stagione 2001/2002 (da settembre a dicembre) giocai in prestito in Austria in Serie A nell’Arkadia Traiskirchen ,  a gennaio fui richiamato in Virtus causa tanti infortuni (io avevo firmato nel 2000 un contratto di cinque anni) .Nella stagione 2003/2004 la Virtus causa fallimento riparti dall’A2 con il nome FuturVirtus ,   ero utilizzato come riserva di Samuele Podestà e Cristiano Zanus Fortes . In quell’anno le mie cifre parlano di 4,4 punti (con un top di 16 punti) e 1,8 rimbalzi in 11 minuti di utilizzo, in questa stagione mi misi in luce come giovane molto promettente, ma nel finale di stagione non giocai causa un infortunio . Nella Stagione 2004/2005 approdo ai Crabs Rimini qui non mi trovai  bene e a dicembre mi girarono  alla Carife Ferrara, dove resto fino a fine stagione disputando un ottimo campionato con 29 minuti di utilizzo 7,3 punti di media partita e 5 rimbalzi e a Ferrara dimostro la mia  duttilità che mi permette di giocare sia da ala che da centro  e anche qui nel finale di stagione mi infortunai , ma la Società estense mi voleva confermare  per l’anno successivo , ma io fui ceduto all’Andrea Costa Imola (2005/2006 con coach Cavina) ,a Imola disputai un’altro buon Campionato , disputammo i Play-off e la  finale di Coppa Italia. Sebbene feci un bel campionato con un ottimo minutaggio (32 minuti di utilizzo  e 12,5 punti e 5,9 rimbalzi di media) cambiai ancora Società e la stagione 2006/2007 andai a Fabriano sempre con coach Cavina  , ci salvammo  e anche qui disputai  una  stagione importante alla pari di quella di Imola , quell' anno la stagione si chiuse molto presto (all’inizio di aprile)  e mi sentivo molto bene e chiesi al mio procuratore se c’era la possibilità di continuare a giocare all’estero a gettone ,  dopo pochi giorni andai a giocare in  Spagna  al  Cantabria (A2) che stava disputando i play-off  . Nel 2006/2007 ero  in Legadue all’ Edimes Pavia , ma a  gennaio (2007) mi chiamò la  Juve  Caserta Pepsi (A2) ,era una squadra ambiziosa che mirava a vincere il campionato . Nel  mercato di gennaio oltre a ingaggiarmi prese anche altri giocatori,  a giugno vincemmo il Campionato di A2 . A Caserta ero la riserva di Gatto e Frosini e chiusi  la stagione con ottime statistiche ( 8,8 punti di media, col 44,6% da tre e 4,9 rimbalzi di media). In estate prolungo il contratto con i campani , gioco per la prima volta  in Serie A ( ai tempi della Virtus Bologna venivo utilizzato con minutaggi poco rilevanti). Terminato l’anno in Campania  torno in A2 (2009/2010)  alla Snaidero Udine e a fine stagione vengo eletto MVP della Legadue dopo aver chiuso la stagione con  14,7 punti di media e 7,7 rimbalzi, contribuendo alla qualificazione ai play-off . Poi a seguire disputo due Campionati di Legadue a Veroli dove nel 2011 vinciamo la Coppa Italia di Legadue . Nella stagione 2012/2013 passo al Basket Brescia Leonessa (A2) dove sfioriamo la promozione e per la seconda volta vengo eletto miglior giocatore della Legadue. Firmo un biennale  a Napoli in Legadue  (Azzurro Napoli Basket 2013) anche qui disputo due  stagioni molto importanti . Nella stagione 2015/2016 ritorno a Ferrara targata Bondi , stagione eccellente ( con 15,4 punti , 7 rimbalzi) confermandomi come uno dei migliori italiani di Legadue, dopo gioco un anno alla Scaligera Verona (A2) , L’anno successivo (2017/2018) sempre in Legadue all’Eurobasket Roma , e finalmente dopo tanto girare per l’Italia sono tornato a casa ai  Tigers Cesena (2018/2019) in serie B , dove gioco tutt’ora. David ha giocato anche nella Nazionale Italiana (9 presenze ) nella Nazionale Under 20 ( 27 presenze ) , nella Nazionale Under 18 (19 presenze), ha vinto un Campionato Italiano (Virtus Bologna 2000/2001) due Coppe Italia (Virtus Bologna 2000/2001 e 2001/2002) una Eurolega (2000/2001 Virtus Bologna) e una Coppa Italia di Legadue (2011/2012 con Veroli) .

DAVID NELLA TUA LUNGA CARRIERA LA PIU’ GRANDE SODDISFAZIONE ?

Sicuramente la Promozione in A1 a Caserta (2008/2009) , le promozioni sono sempre soddisfazioni che le ricordi sempre volentieri e poi il campionato e le due Coppe Italie e l'Eurolega  vinte con la  Virtus Bologna seppur da comprimario.

ORA PARLIAMO DEI TIGERS CESENA.. STAVATE DISPUTANDO UN OTTIMO CAMPIONATO  .ERANO QUESTI I PROGRAMMI DELLA SOCIETA’ DI INIZIO STAGIONE ?

Sicuramente erano questi i programmi di arrivare più in alto possibile e provare nei play-off di essere promossi in A2, sebbene nella prima parte di stagione non siamo stati molto continui , a differenza del girone di ritorno che stavamo giocando molto bene  e  avevamo inanellato una serie di partite  vincenti.

L’ULTIMA DOMANDA : E’ DUE STAGIONI CHE SEI A CESENA COME TI TROVI?

Mi trovo molto bene , una Società solida , una grande famiglia .

Grazie a David per l’intervista e in bocca al lupo.

NINO DALPOZZO

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'