In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Calcio - Conte e Spadafora mettono cautela sulla ripartenza

Di Mirco Mariotti 16/05/2020


Calcio - Conte e Spadafora mettono cautela sulla ripartenza

 

Il Premier Giuseppe Conte è intervenuto questa sera da Palazzo Chigi per illustrare al Paese il nuovo decreto che sarà in vigore da lunedì 18 maggio.
Tra i tanti argomenti affrontati anche la ripartenza degli "allenamenti degli sport di squadra, quindi anche il calcio":

"Il calcio richiama tantissimi appassionati e l'eventuale ripresa del campionato è un tema che riceve tantissime sollecitazioni. Il ministro Spadafora sta seguendo con grande attenzione il mondo dello sport: è molto responsabile, come tutto il governo. Prima bisogna capire e aspettare che si realizzino le condizioni per garantire la ripresa del campionato in condizioni di massima sicurezza. Per avventurarsi a fare una data serve qualche garanzia in più che in questo momento, parlando con Spadafora, non c'è. Speriamo che si realizzi quanto prima".

Il Presidente del Consiglio ha ricordato che, dal 25 maggio, riapriranno palestre, piscine e centri sportivi.

Sulla propria pagina Facebook è intervenuto anche Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport:

"Quando ho risposto in modo duro al mondo del calcio è perché pretendevano una data certa non oggi, che sarebbe legittimo, ma tre-quattro settimane fa con gli ospedali pieni. Quello che ho trovato inopportuno è che sembrava il calcio dovesse andare avanti comunque. Si sono fermate le Olimpiadi signori. Ora se ci sono le condizioni bisogna riprendere, ma facendo le cose per gradi. Se i dati ci conforteranno sicuramente riprenderanno anche i campionati di calcio come delle altre discipline sportive. Nessuno ha però la certezza di come si possa ripartire nel modo migliore. Inviterei un po' tutti a fare meno i fenomeni. Ricevo molti messaggi sui social di calciatori che cercano di esprimere le loro preoccupazioni".



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'