In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Biagio Nazzaro Chiaravalle: il sole oltre il buio!

Pronta a ripartire dopo la bruciante retrocessione

10/07/2019


Biagio Nazzaro Chiaravalle: il sole oltre il buio!

Ore 18 di Mercoledi 10 luglio 2019! Uno squarcio oltre le nubi nere e dense che si erano accalcate sulla Biagio dopo una retrocessione bruciante e massacrante. Un raggio di sole beneaugurante, porta dentro la sede della Maggiore societā di calcio Chiaravallese, tanto ottimismo e alcune facce davvero nuove, anzi nuovissime per questa piazza. Il pubblico delle migliori occasioni e la stampa al completo, presenti tutte le testate di sport della provincia, a fare da corollario alla nascita della BIAGIO NAZZARO SSD ARL, Nuova denominazione registrata in lega il 3 Luglio. Poi Gabriele Tittarelli neo D.T. e portavoce della societā si incarica della “ overture “ presentando tutto il direttivo, ovviamente parlando anche degli assenti, giustificati per motivi di lavoro. Cesare Parasecoli Presidente, Lorenzo Parasecoli Dir. Generale, Euro Cerioni d.s, Carlo Andreoni grande cuore Rossoblu’ sempre presente, la vera storia della biagio, sempre in segreteria e Luca Latini responsabile economico, oltre ovviamente ad un emozionatissimo Malavenda, sfuggito alle foto come č suo costume. Tittarelli passa la parola al Presidente Parasecoli: Sono rimasto con la speranza di tirare la fila a qualche appassionato, fortunatamente sono arrivati degli amici a darci una mano, ed ora possiamo dire di aver composto una bella squadra fatta di entusiasmo e voglia di fare. LORENZO PARASECOLI: Sono stato assente 5 anni, sono stato presidente anche io ai tempi dei grandi campionati di Fenucci, ( una finale play off persa,che ancora grida vendetta ) poi anche per non stancare, ho passato la mano a mio fratello Cesare che ha tirato fino ad ora. La retrocessione č stato un bagno si sangue ed ha distrutto il cuore di tutti, serviva una sferzata, eccomi pronto a ripartire. EURO CERIONI; ex presidente del Marzocca, trascinata dalla seconda categoria alla promozione con due spareggi x l’eccellenza persi come “ ombra “ su un percorso straordinario: “ E’ stato Lorenzo Parasecoli a mettermi la pulce nell’orecchio per una eventuale collaborazione in seno alla Biagio, giā aveva tentato 5 anni fa, allora impegnato altrove non potevo, ma oggi sono pronto con tanta voglia di fare.” Poi domande dalla stampa:

Cesare Parasecoli: rispondendo al collega del Carlino Claudio Marconi, sulle aspettative da questo rinnovato entusiasmo; “ La retrocessione ci ha sconvolto inutile negarlo. Poi gli amici di sempre mi hanno spinto a non mollare, oggi con il senno di Poi, sono contento, vedere qualche faccia nuova mi riempie di speranza

MARCHE IN GOL: “ Affrontere un campionato di promozione in cui almeno 4 squadre hanno effettuato acquisti disarmanti, quale sarā il campionato della Biagio, di transizione oppure ci sarā un tentativo di “ aggredire” almeno la griglia play off da subito? Risponde Cerioni: “ vogliamo far molto bene, non riusciamo a stabilire ora il punto d’arrivo, ma ci proveremo con tutte le forze.” 

Rossi della MMAG COMUNICATION; circolano dei nomi per la campagna acquisti, magari se possibile avere qualche anticipazione.??? Risponde Titarelli: solo tra qualche giorno saremo in grado di sciogliere le riserve, poi vi faremo sapere tutto.

Poi brindisi beneaugurante, commenti e pronostici, FUORI “ ONDA “ ci avviciniamo a Mister Malavenda, cercando di capire la scelta:

“ Piazza prestigiosa, dove ho lasciato il cuore, Giā nela partita di andata a Marina mi avevano commosso quando mi hanno chiamato sulla rete a battere il cinque. Ho cercato nuovi stimoli riaprendo un ciclo. Attaccamento e senso di appartenenza; punto su questo per ripagare i tifosi della Biagio, che sono un patrimonio di valore inestimabile. Speriamo di far bene.”  L’ultimo sguardo sotto lo stemma che capeggia sul muro ci dice 1922-, NO! Prossimi ai 100 anni di storia la Biagio non poteva morire per una retrocessione. Cento anni di storia meritano questo č altro.

Aldo Nicolini

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'