In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

La nota inviata al CRMArche dalla ASD US Castelfrettese

07/10/2020


La nota inviata al CRMArche dalla ASD US Castelfrettese

Riportiamo integralmente la lettera inviata dalla ASD Castelfrettese US al preisdente del del Comitato Regionale Marche LND Paolo Cellini

 

 

 

Al Presidente

del Comitato Regionale Marche LND

Paolo Cellini

 

Questa Società esprime tutta la propria preoccupazione per l’imminente avvio della stagione agonistica, per la quale atleti tecnici e dirigenti si stanno preparando da un mese, durante il quale si è cercato di applicare alla lettera i protocolli emessi dalla FIGC LND. Nonostante ciò alcuni atleti hanno già rinunciato ad iniziare la nuova stagione calcistica con importanti ricadute negative sul gruppo squadra.

Pertanto, tenuto conto degli avvenimenti degli ultimi giorni, che hanno visto coinvolte alcune società della Regione, e della tendenza generale che comporterà il prolungamento dello stato di emergenza nazionale fino al 31 gennaio 2021, siamo estremamente preoccupati per i rischi che al momento attuale corrono gli atleti, i tecnici e la società tutta a 360 gradi.

Gli eventuali casi di positività al Covid19 nei quali ci si potrebbe imbattere, sia internamente al gruppo squadra che in caso di contatti con altri gruppi determinerebbero infatti, stante le attuali disposizioni, una situazione intollerabile a causa della prevista quarantena e delle conseguenti ricadute a carico dell’attività lavorativa di tutti gli addetti e delle loro famiglie.

Chiediamo quindi a lei, signor Presidente, di valutare a fondo la situazione che si sta evolvendo in maniera esponenziale, viste anche le numerose società che hanno già sospeso gli allenamenti, e di formalizzare fin da subito un rinvio dell’inizio delle attività agonistiche in attesa di disposizioni che possano permettere lo svolgimento delle attività in sicurezza, ma di valutare nel contempo anche la possibilità che le attività dilettantistiche inizino solo alla fine dell’emergenza nazionale che significherebbe il raggiungimento di uno stato di normalità generalizzata.

 

IL PRESIDENTE

                                                                                   Augusto Bonacci



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'