In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

Fenati, anche la Federazione motociclistica lo punisce: ritirata la licenza velocità

11/09/2018


Fenati, anche la Federazione motociclistica lo punisce: ritirata la licenza velocità

Romano Fenati (foto: Giovanni Vanacore)


 

 

In relazione al fattaccio del GP di San Marino, il Tribunale Federale della Federazione, su richiesta del Procuratore Federale, sospende da ogni attività sportiva il pilota per violazione dell'articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia e ne dispone l'audizione per il 14 settemb

11 SETTEMBRE 2018 - MILANO

Dopo il siluramento da parte del team attuale, il Marinelli Snipers, e quello futuro, l'MV Agusta, Romano Fenati è stato anche sospeso dalla FMI (Federazione Motociclistica Italiana) da ogni attività sportiva e federale con conseguente ritiro della tessera e della licenza velocità. Il provvedimento arriva dal Tribunale Federale della FMI, riunitosi per esaminare la richiesta di misure cautelari nei confronti di Romano Fenati presentata dal Procuratore Federale Antonio De Girolamo. Al pilota viene contestata la violazione dell'articolo 1.2 del Regolamento di Giustizia in relazione al fatto accaduto durante il GP di Moto2 del GP di San Marino e della Riviera di Rimini nei confronti del concorrente Stefano Manzi, cioè l'azionamento del suo freno anteriore in pieno rettilineo. Vista la gravità dei fatti, la richiesta del Procuratore Federale è stata integralmente accolta ed il Tribunale Federale ha quindi disposto per Romano Fenati la sospensione di ogni attività sportiva con conseguente ritiro della tessera e della licenza velocità: per il pilota è stata disposta un'audizione, con la facoltà di farsi assistere da un difensore, per il 14 settembre 2018 

fonte Corriere dello sport

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'