• Romagna Sport
  • Emilia Romagna Sport

Calcio

Fermana-Imolese 2-0

21/02/2021

Frenata per l’Imolese che perde 2-0 al Bruno Recchioni contro la Fermana. Succede tutto nella ripresa con le reti di D’Anna e Cognigni a indirizzare verso i canarini la sfida. L’Imolese ci prova, ma sbatte sull’efficace cerniera Urbinati-Graziano in mezzo al campo. Dopo 11 partite consecutive in goal rimane a secco la squadra di Catalano e che oltretutto, oggi più che mai, ha dovuto fare a meno di vari uomini nel reparto difensivo. La Fermana ora sale a +5 in classifica sull’Imolese.

 

LA CRONACA DEL MATCH

1’ – FISCHIO D’INIZIO. Catalano concede un turno di riposo a Bentivegna e scegli Tommasini per affiancare Polidori e Piovanello. A centrocampo c’è Masala con Torrasi e Lombardi. In assenza di capitan Carini doveva essere Della Giovanna a scalare al centro,  con Aurelio titolare nel ruolo di terzino sinistro. Cornacchini sceglie il tandem d’attacco Cognigni-D’Anna. 

5’ – Buona iniziativa di Piovanello che viene chiuso in corner, sulla battuta Lombardi conclude al volo per “alleggerire” ma il pallone termina alto.

8’ – Annullato un goal di D’Anna ai padroni di casa per un fallo di Cognigni, che però non sembrava così evidente.

9’ – Ancora Fermana: palla lunga su Cognigni che fa la sponda per D’Anna, ma il suo tiro viene chiuso in corner da un attento Angeli. Spingono i padroni di casa.

19’ – Padroni di casa nettamente più pericolosi con il cross di D’Anna per Cognini che centra la traversa e seguente ammonizione per simulazione e proteste di Mordini

21’ – Ammonizione anche per Masala che entra in ritardo in tackle sull’avversario.

29’ – Grande intervento di Graziano che salva la Fermana da un contropiede ben architettato da Polidori e Tommasini.

46’ – FINE PRIMO TEMPO. Primi 20 minuti a panneggio della Fermana con un goal annullato e una traversa. Imolese che paga le assenze difensive, ma che per il momento regge e che dà l’impressione di fare di più attraverso il palleggio.

46’ – C’è un cambio nell’intervallo per l’Imolese: Lombardi rimane negli spogliatoi e al suo posto entra in campo Sabattini.

50’ – Il primo ammonito della ripresa è il centrale rossoblù Matteo Angeli.

56’ – Discesa di Aurelio per vie centrali, servizio per Polidori che rifinisce verso Masala. Il tiro del centrocampista sardo viene respinto in corner. 

58’ – Finisce qui la partita di Rondanini, dentro Alboni al suo posto.

59’ – GOL DELLA FERMANA. Rinvio di Angeli che sbatte su Cognigni e finisce sui piedi di D’Anna in posizione sospetta. 

65’ – Che errore di Ginestra, si fa scappare il pallone con Piovanello in zona. In qualche modo la difesa spazza in corner.

65’ – La Fermana sostituisce Mordini con Sperotto.

67’ – Cambi ancora per Catalano: dentro D’Alena per Masala, dentro Bentivegna per Tommasini.

68’ – Ci prova subito Bentivegna su punizione, ma il suo tiro è centrale.

71’ – GOL DELLA FERMANA. Grande combinazione Neglia per Sperotto e pallone al centro per Cogningni, ben posizionato sul primo palo, che fa 2-0.

79’ – Quinto e ultimo cambio per l’Imolese: fuori Torrasi e dentro Onisa.

80’ – Calcio di punizione alto per Piovanello. Imolese che ha accusato il contraccolpo psicologico del secondo goal avversario.

82’ – Cambio conservativo per Cornacchini che toglie Neglia e manda in campo Bonetto.

84’ –  Ci prova Polidori in acrobazia! Incursione di Bentivegna e palla dentro per l’attaccante che riesce a coordinarsi ma non a battere Ginestra.

84’ – Nella Fermana esce l’autore del primo goal D’Anna, sostituito da Cais.

93’ – Si prende la scena anche il portiere Ginestra: grande riflesso sul colpo di testa ravvicinato di Polidori.

90’ + 5’ – FISCHIO FINALE. Finisce 2-0 al Recchioni. Vittoria che lancia la Fermana a +5 sull’Imolese e +7 sulla zona playout.

 

 

 

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA

Pasquale Catalano, allenatore

«Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Abbiamo comunque fatto quello che potevamo fino allo svantaggio, dopodiché si è complicata un po’ la rimonta. Loro sono una squadra tosta ed esperta e oggi l’hanno fatto vedere soprattutto a centrocampo.

Se ho visto stanchezza? No, è vero che siamo una squadra che punta molto sull’intensità, ma oggi non è stato un problema di stanchezza. Quest’oggi ho visto cose positive alternate ad errori.

In ogni campionato ci sono sempre dei turni infrasettimanali e, come ho sempre detto, ci sarà bisogno della disponibilità di tutti i ragazzi da qui alla fine. 

Martedì ci si ritrova e si riparte sempre pensando a dove siamo partiti e sempre con la stessa voglia di allenare la nostra prossima prestazione».

 

 

Serie C, girone B – 26ª giornata

Fermana-Imolese 2-0

 

Fermana: Ginestra; Rossoni, Manetta, Scrosta, Mordini (dal 65’ Sperotto) ; Iotti, Graziano, Urbinati (c), Neglia (dal 82’ Bonetto), D’Anna (dal 84’ Cais), Cognigni.  All. Cornacchini (a disp. Massolo, Colombo, Manzi, Cais, Kasa, Giuseppe, Cremona, Grossi, Sperotto, Palmieri, Grbac, Bonetto).

 

Imolese: Siano; Rondanini (dal 58’ Alboni), Boccardi (c), Della Giovanna, Aurelio; Lombardi (dal 46’ Sabattini), Torrasi (dal 79’ Onisa), Masala (dal 67’ D’Alena); Tommasini (dal 67’ Bentivegna), Polidori, Piovanello.  All. Catalano (a disp. Rossi, D’Alena, Angeli, Bentivegna, Onisa, Sabattini, Cerretti, Alboni, Mattiolo, Laghi).

 

 

Marcatori: 59’ D’Anna (Fer), 71’ Cognigni (Fer).

Arbitro: Roberto Lovison di Padova (assistenti Giuseppe Pellino, Francesco Rizzotto, Fabio Rosario Luongo).

Ammoniti: 20’ Mordini (Fer), 21’ Masala (Imo),  50’ Angeli (Imo)

Recupero: / e 5’

 

Fermana vs Imolese, il prepartita di mister Pasquale Catalano

20/02/2021

Fermana vs Imolese, il prepartita di mister Pasquale Catalano

Pasquale Catalano (allenatore Imolese Calcio 1919)

Il viaggio del pullman rossoblù prosegue la sua settimana chilometricamente più lunga e con più insidie del campionato. Dopo l’exploit allo stadio Riviera delle Palme contro la Samb di Montero, questo è il turno della Fermana allo stadio Bruno Recchioni.

I Canarini sono tra le squadre risucchiate nella corsa salvezza proprio dall’Imolese di Catalano. Oltre alle difficoltà insite in ogni scontro diretto, non bisogna dimenticare che la Fermana ha costruito buona parte della sua classifica proprio sul terreno di casa: con 5 vittorie, 4 pareggi e 3 sconfitte la squadra di Giovanni Cornacchini viaggia a una media punti casalinga di 1,58. Nelle dodici partite suddette i gialloblù hanno segnato 11 goal e ne hanno subiti soltanto 8. Difficile quindi pensare a un match “da over” per quanto i rossoblù ci abbiamo abituato “triplamente” bene nelle recenti trasferte.

 

“Devono essere tutti pronti perché, come dico dal primo giorno, c’è bisogno dell’intero gruppo”: lo spirito di squadra è sempre stato il manifesto del Catalano-pensiero e proprio questo potrebbe essere decisivo in una trasferta in cui l’Imolese conta molte assenze: non figurano tra i convocati Morachioli, Sall, Provenzano, Pilati, il lungodegente Rinaldi e lo squalificato Carini. Per quest’ultimo sono ancora in corso gli accertamenti per il problema muscolare che l’ha costretto a uscire, zoppicante, dalla sua centesima presenza in rossoblù contro la Sambenedettese. Ha superato i problemi alla schiena e rientra, invece, tra i convocati il centrocampista Alessandro Masala. 

Si sapeva che questa sarebbe stata un’annata “particolare” e potenzialmente condizionata dalle assenze, ma ci auspichiamo che il ritrovato spirito di squadra possa essere la soluzione a queste problematiche.

 

I 9 punti ottenuti dai padroni di casa nel 2021 sono impreziositi dai recenti risultati positivi contro Sudtirol, Samb e Gubbio. Squadra che ama lasciar palleggiare gli avversari per poi sfruttare gli spazi in contropiede. Il 4-4-2 di mister Cornacchini esalta le caratteristiche degli esterni di centrocampo, in primis di Neglia, giocatore chiave dei gialloblù e capocannoniere della squadra con i suoi 8 centri stagionali. Cerca continuità Rossoni, che già contro il Gubbio si è ripreso una maglia da titolare da esterno destro difensivo, così come la coppia offensiva Cognigni-Cais. 

Ancora assenti capitan Comotto (lungodegente per un infortunio all’anca), Kinglsey Boateng, Demirovič e Bigica.

 

 

Pasquale Catalano (allenatore Imolese Calcio 1919): “C’è più serenità, ma sappiamo che l’ostacolo è dietro l’angolo perché la Fermana è una squadra forte e in condizione. Sarà una partita difficile.

I complimenti non ci servono, serve stare sul pezzo e allenarsi bene per arrivare alla partita con la massima concentrazione.

Nel calcio come nella vita quello che hai fatto ieri non conta niente, conta solo il futuro e le prossime partite. Dovrò fare la conta dei ragazzi disponibili. Gli infortuni fanno parte del gioco, ma chi giocherà farà sempre il massimo. Devono essere tutti pronti perché, come dico dal primo giorno, c’è bisogno dell’intero gruppo.

Io preferisco avere equilibrio, non voglio farmi prendere dai risultati e in questo momento la cosa più bella che abbiamo è lo spirito di squadra”.

 

I CONVOCATI

 

Portieri: Rossi, Siano

 

Difensori: Angeli, Aurelio, Boccardi, Cerretti, Della Giovanna, Rondanini

 

Centrocampisti: Alboni, D’Alena, Lombardi, Masala, Onisa, Sabattini, Torrasi

 

Attaccanti: Bentivegna, Laghi, Mattiolo, Piovanello, Polidori, Tommasini

 

 

 

Dott. Valerio Matteo Celotti

Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919 SRL

 

Commenti

PUBBLICITA'

PUBBLICITA'