In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Ha senso iniziare questa stagione in queste condizioni?

Ne vale veramente la pena? Quanto durerà?

07/10/2020


Ha senso iniziare questa stagione in queste condizioni?

Di seguito riportiamo l'iniziativa partita dall'Europa calcio Costabianca che giovedì scorso, in una video riunione, ha riunito 12 squadre dalle quali è poi emersa questa idea comune

 

 

 

 

Seguici su Facebook: MARCHESPORT

 

 

LORETO, 7 Ottobre 2020 - La stagione è ormai alle porte ed il protocollo sanitario è stato più che spiegato da chi di dovere.

 

Dopo il recente caso di Trodica è normale porsi dei quesiti: ha senso iniziare questa stagione in queste condizioni? Ne vale veramente la pena? Quanto durerà?

 

Iniziare un campionato in una situazione di incertezza costante, nella quale navighiamo tutti a vista, sembra insensato. Noi società ci siamo riunite in video conferenza ed abbiamo deciso di fare un tentativo di salvaguardarci ulteriormente. Pur rappresentando il protocollo sanitario la minima condizione di sicurezza per l'inizio della competizione, riteniamo che sia ancora prematuro, nonché pericoloso, iniziare in data 25/10. Se consideriamo inoltre che l'emergenza sanitaria è stata estesa fino al 31/1/2021, vediamo inopportuno iniziare una competizione sportiva durante uno stato d'emergenza.

 

La richiesta che noi società poniamo all'attenzione dei vertici calcistici regionali è semplice: posticipare l'inizio del campionato. Capiamo che la voglia di partire sia grande per tutti, soprattutto per gli atleti, ma bisogna anche rendersi conto a che cosa stiamo andando incontro e molti di noi non se la sentono di rischiare.

 

A questo punto chiediamo un rinvio di almeno un mese, per vedere l'evolversi della situazione, anche se un inizio nel nuovo anno, dato che nessuna società avrà tesserati impegnati nelle competizioni europee, magari anche con formula ridotta, sarebbe la soluzione migliore per garantire la sicurezza di migliaia di dilettanti, lavoratori e padri di famiglia.

 

A sottoscrivere questa richiesta sono: Asd Europa Calcio Costabianca, Nuova Aquila, Usd Acli Villa Musone, Asd Rosora Angeli, Asd Gls Dorica, Asd Galassia Sport, Urbanitas Apiro, Valle del Giano, Asd Real Sassoferrato, Usd SPES Jesi, Atletico Conero, Asd Poggio San Marcello, Polisportiva Monsano, Asd Largo Europa, Apd Terre del Lacrima, Asd Ankon Dorica, Us Varano Calcio, Asd Nuova sirolese, SS Piano San Lazzaro Asd.



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'