In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Il San Biagio affidato a Daniele Degano

05/11/2019


Il San Biagio affidato a Daniele Degano

OSIMO – Dopo una settimana di contatti e di riflessioni sulla strada giusta da intraprendere per rilanciare le proprie ambizioni, il San Biagio ha scelto. Sarà Daniele Degano il prossimo allenatore della squadra attualmente terz’ultima in Prima categoria girone B. In seguito alle dimissioni di mister David Canonici nel post gara di Villa Musone, la società si era presa del tempo per ragionare senza fare scelte affrettate, consegnando la squadra per il match di sabato scorso con la Castelleonese al preparatore atletico Luca Mosca e a quello dei portieri Simone Pesaresi. Ma da ieri il San Biagio ha un nuovo allenatore, che ha già guidato il suo primo allenamento al Comunale lunedì sera. Si tratta appunto dell’ex attaccante di Ancona e Parma, club con i quali vanta anche presenze in serie A. Attualmente Degano è un tesserato dei Portuali Ancona dai quali ha deciso il mese scorso di separarsi. Fino alla finestra di mercato di inizio dicembre, quando otterrà lo svincolo, non potrà ufficialmente essere tesserato dal San Biagio e quindi sedere sulla panchina biancorossa: seguirà la squadra da fuori campo e guiderà regolarmente gli allenamenti grazie al nulla osta inviato ieri dai Portuali, società alla quale il San Biagio invia il ringraziamento per la disponibilità dimostrata. 

 

“Abbiamo voluto Daniele Degano perché –spiega il presidente del San Biagio Gianni Cecati- è uomo con esperienza professionistica e questo da stimoli ad un gruppo giovane e volenteroso come il nostro, e poi è alla sua prima esperienza da allenatore e quindi avrà quell’entusiasmo che serve ad un ambiente che deve risalire la china. Ora al gruppo chiedo di fare il San Biagio, che significa giocare da squadra che ha il galletto come simbolo, ovvero combattiva, tenace e orgogliosa”.

 

 

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'