In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Calcio

Intervista al DG Alessandro Cossu (Sangiustese)

08/11/2019


Intervista al DG Alessandro Cossu (Sangiustese)

Come ogni venerdì è l’esperto DG Alessandro Cossu a fare il punto della situazione in casa Sangiustese. Dopo il buon pari maturato in rimonta con il Chieti in casa domenica scorsa, i rossoblù sono chiamati al difficile impegno al Fadini di Giulianova contro i giallorossi di Del Grosso reduci dallo stop di Campobasso.

 

Come si è preparata la squadra a questo impegno insidioso? La mini striscia positiva continua da cinque turni.

 

Siamo in un momento abbastanza positivo, in cui siamo sempre riusciti a portare a casa i risultati anche grazie al carattere che abbiamo e stiamo dimostrando. Per noi è molto importante proseguire così. Domenica giocheremo su un campo molto difficile, quindi sarà dura proseguire questa striscia, ma abbiamo già visto come in questo campionato i risultati non sono mai già dettati dalle classifiche o altro. La squadra insieme a mister Senigagliesi sta lavorando bene, il risultato della domenica è sempre il frutto del lavoro settimanale e dell’attaccamento alla maglia che si è creato. 

 

Il Giulianova è una squadra ostica e giocare al Fadini è sempre un’impresa ardua per tutti.

 

Siamo due squadre che stanno lottando per cercare di uscire dei quartieri bassi, con le altre sotto che spingono per poter salire. Il Fadini è un campo caldo, loro sono in una situazione particolare in cui venderanno ancora più cara la pelle, visto che domenica non hanno fatto risultato. Cercheranno in tutti modi di prendere in casa quello che non sono riusciti a prendere fuori. Proveranno a strappare punti con le unghie e con i denti.

 

In questo turno si scontrano tra loro le prime quattro della classe. Si aspettava un distacco così grande a questo punto e quali scenari si potrebbero aprire nel caso le inseguitrici accorciassero?

 

Forse non mi aspettavo un distacco così grande, ma avevo detto già in tempi non sospetti che sarebbero state queste le squadre in lizza per la piazza d’onore. Se in questi scontri diretti dovesse prevalere chi in questo momento è dietro, probabilmente sarebbe tutto riaperto, anche ad altre squadre, con il risultato di un campionato ancora più avvincente. La stessa situazione di bagarre c’è anche nella parte centrale ed anche in coda con qualche risultato utile i giochi si potrebbero riaprire.

 

-- 

Marta Bitti

Responsabile Comunicazione Sangiustese



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'