In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Volley

Lardini Filottrano – Club Italia CRAI 3-0

10/01/2019


Lardini Filottrano – Club Italia CRAI 3-0

 

Osimo (An). La Lardini si conferma bella di notte al PalaBaldinelli e supera il Club Italia Crai con il massimo scarto, primo 3-0 nell’ancor breve storia in serie A1 del club filottranese. Un successo prezioso e rilevante, non solo per la classifica, fortemente cercato e voluto dalla squadra di coach Filippo Schiavo, centrato con grande lucidità in tutti i finali di set. Al buon avvio del Club Italia (Omoruyi e Lubian per lo 0-3), la Lardini risponde con Vasilantonaki e il buon contributo al servizio di Cogliandro (ace del 4-3). E’ sull’asse Tominaga – Vasilantonaki che la formazione filottranese allunga fino a toccare il +4 (10-6), gap che la squadra dell’ex coach filottranese Massimo Bellano assottiglia con Nwakalor e l’ace di Fahr (10-9). Di Iulio conserva il break di vantaggio (12-10), Omoruyi è una spina nel fianco della Lardini, ma è con Lubian e con il muro di Populini che le azzurrine invertono la rotta del set (17-18). Di Iulio gioca con le mani del muro e impatta a quota 18, ma sull’attacco out di Vasilantonaki coach Schiavo è costretto a fermare per la seconda volta il gioco (18-20). Il lavoro di Di Iulio in seconda linea è come sempre prezioso, Vasilankonaki (10 punti nel set con il 55%) capitalizza in attacco e costruiscono il break di 3-0 del controsorpasso (22-21). Omoruyi e Malual tengono in parità il Club Italia Crai (23-23), la Lardini arriva con Whitney al set point, che Di Iulio trasforma nell’1-0. L’opposta americana spariglia l’avvio di secondo gioco (5-3), Cardullo calamita palloni in seconda linea e con Vasilantonaki la Lardini fissa il punteggio sul 10-7. Il Club Italia Crai risale la china con il servizio: gli ace di Populini (10-9) e Lubian (2) garantiscono il vantaggio esterno (11-12), ma il muro Garzaro frena l’avanzata azzurra (13-12). Nwakalor impatta a 15 e come nel primo set è capitan Di Iulio a caricarsi la squadra sulle spalle (attacco ed ace per il 19-17). In un finale con diversi errori al servizio, il turno in battuta di Tominaga è la chiave del set: la regista giapponese manda in affanno la ricezione azzurra, Vasilantonaki colpisce in attacco ed è l’ace di Tominaga (il secondo) a chiudere break (5-0) e set (25-20). L’avvio di terza frazione è nel segno di Garzaro, che in primo tempo e a muro lancia la Lardini (3-1). Il Club Italia reagisce in fretta e con un gran colpo di Nwakalor va al comando (5-6), Cardullo strappa applausi, Vasilantonaki mette la freccia (10-9). La gara sale di livello, la Lardini aumenta l’intensità difensiva e al nuovo strappo del Club Italia Crai (ace di Lubian, 13-15) risponde con tutte le sue attaccanti. Whitney stampa la parità a 19, Filottrano si fa strada (21-19) con il servizio di Vasilantonaki (ace). Omoruyi non molla (21-21), ma il finale è tutto della Lardini, che torna avanti con Garzaro (22-21) e stoppa a muro le azzurrine con Whitney e DI Iulio (24-21). Il punto esclamativo lo mette capitan Di Iulio a coronamento di una eccellente prestazione personale (per lei il premio MVP Moncaro) e di una significativa e importante prova di squadra.

 

 

 

 

 

LARDINI FILOTTRANO – CLUB ITALIA CRAI 3-0

 

LARDINI FILOTTRANO: Tominaga 2, Whitney 12, Garzaro 6, Cogliandro 2, Di Iulio 12, Vasilantonaki 19, Cardullo (L); Baggi. N.e.: Yang, Pisani, Schwan, Rumori. All. Schiavo - Rocca.

 

CLUB ITALIA CRAI: Morello, Nwakalor 8, Lubian 12, Fahr 6, Omoruyi 13, Populini 9, De Bortoli (L); Battista, Malual 2, Scola. N.e.: Pietrini, Kone, Panetoni (L2). All. Bellano - Fanni.

 

ARBITRI: Vagni - Di Bari.

 

PARZIALI: 25-23 (26’), 25-20 (28’), 25-21 (26’).

 

NOTE: prima della gara il presidente della Lardini Volley Filottrano, Renzo Gobbi, ha omaggiato con un mazzo di fiori le medaglie d’argento mondiali Sarah Fahr, Marina Lubian, Elena Pietrini e Sylvia Nwakalor. Spettatori 1.050. Lardini: battute sbagliate 6, battute vincenti 5, muri 4, ricezione positiva 61% (43% perfetta), attacco 42%. Club Italia: b.s. 9, b.v. 5, mu. 4, ric. pos. 46% (31%), att. 40%. MVP: Chiara Di Iulio.

 

 

 

Pierfrancesco Chiavacci

Responsabile Comunicazione

Polisportiva Filottrano Pallavolo SSDRL




La Lardini sfida il talentuoso Club Italia al PalaBaldinelli

08/01/2019


La Lardini sfida il talentuoso Club Italia al PalaBaldinelli

La Samsung Volley Cup mette la Lardini di fronte ad un altro impegno considerevole del suo percorso. In fondo ad un lungo tour de force, prima della sosta, la formazione filottranese affronta domani sera (ore 20:30) al PalaBaldinelli di Osimo il Club Italia Crai, squadra di grande talento (come quello delle vice campionesse del mondo Sarah Fahr, Marina Lubian e Sylvia Nwakalor) allenata da Massimo Bellano, il tecnico che nella stagione 2016/2017 ha guidato la Lardini alla promozione in A1 e alla conquista della Coppa Italia di A2. Un tuffo nel passato anche per chi, come Laura Baggi, Ilaria Garzaro e Giulia Pisani, ha mosso i primi passi nel Club Italia. “Ci confrontiamo con una squadra che ha grande fisicità, che ha entusiasmo e che nel momento in cui prende ritmo diventa molto pericolosa – sottolinea l’allenatore della Lardini, Filippo Schiavo –, potendo disporre di giocatrici di alto livello per qualità tecniche e atletiche. Anche nell’ultimo turno contro Monza ha disputato una buona prova. Rispetto all’andata ha recuperato entrambe le centrali titolari e ora può contare su un roster molto profondo. A dispetto di quello che possono dire i soli due punti che il Club Italia ha raccolto fin qui, non è affatto una partita semplice”. L’imperativo per la Lardini resta quello di tenere alta la vocazione alla battaglia nel cercare un risultato positivo utile alla classifica e non solo. “Dobbiamo fare la nostra partita, contando sulle nostre forze, facendo una prestazione fatta di grande attenzione in difesa. Vorrei vedere una Lardini che gioca sciolta e non con la tensione che aveva addosso nella partita con Chieri, una Lardini che non allenta l’intensità nemmeno nei momenti di difficoltà. Questa squadra ha la fiducia di tutti, oltre che valori importanti e non è certo una squadra che molla”.

 

 

 

 

Pierfrancesco Chiavacci

Responsabile Comunicazione

Polisportiva Filottrano Pallavol



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'