In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Motori

MotoGP, tripletta azzura a Misano

09/09/2018


MotoGP, tripletta azzura a Misano

foto Gianni Vanacore


Andrea Dovizioso chiude al meglio una giornata fantastica per il motociclismo italiano. Il pilota della Ducati vince la gara della MotoGP e regala al pubblico di Misano una tripletta tutta azzurra. Prima della vittoria di DesmoDovi, infatti, erano stati Pecco Bagnaia in Moto2 e Lorenzo Dalla Porta in Moto3 a salire sul gradino più alto del podio. Tutti e tre hanno festeggiato, abbracciati sul podio, al termine del GP di San Marino. Una domenica perfetta per Dovizioso: a 14 giri dal termine riesce a superare Jorge Lorenzo, da quel momento in poi non abbandona più il primo posto. La Ducati sorride a metà: da una parte esulta per Dovizioso, dall’altra parte resta l’amarezza per la caduta di Lorenzo al penultimo giro. Jorge stava lottando proprio con Dovizioso per il primo posto, ma un errore nel finale ha cancellato il sogno di una doppietta Ducati a Misano. Marquez approfitta della caduta di Lorenzo, chiudendo la gara al secondo posto con un ritardo di quasi tre secondi su Dovizioso. Un distacco importante che aiuta a capire la fuga di DesmoDovi verso una vittoria assolutamente meritata. Cal Crutchlow chiude al terzo posto davanti a Rins. In difficoltà le due Yamaha, dopo i segnali incoraggianti che erano arrivati nelle Libere e nelle qualifiche: 5° Vinales (+16.016), 7° Rossi (+19.086). Ritardi pesanti su cui la Yamaha dovrà riflettere per provare a riprendersi. Con questo piazzamento Valentino perde il secondo posto nella classifica del Mondiale, dove adesso troviamo Dovizioso con 154 punti: il pilota della Ducati è a -67 dal leader della classifica, Marc Marquez

FONTE SKY SPORT  



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati



PUBBLICITA'

PUBBLICITA'