In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra (Informativa). Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.


Rugby

Nuovi innesti nella Pesaro Rugby

Sette pesaresi pronti ad affrontare la serie A

10/09/2020


Nuovi innesti nella Pesaro Rugby

Galli,-Ravagnan,-Guerra,-De-Angelis-In-basso-Cardellini,-Dell'Acqua,-Agostini


 

 

Seguici su Facebook: #MARCHESPORT

 

 

 

Sette giovani pesaresi per la serie A. La Mobility Pro Pesaro, in una stagione dalle mille incognite come questa, continua a puntare in maniera importante sui ragazzi che sono cresciuti nelle sue giovanili. Ben sette quelli che salgono in maniera definitiva dall'under 18, alla seniores. Due di questi, Simone De Angelis e Giacomo Agostini, hanno saggiato a più riprese la serie A, con il primo punto fermo della prima squadra l'anno passato, mentre il secondo aveva avuto maggior spazio addirittura la stagione precedente. A rinforzare la rosa fra i mediani di mischia per il tecnico Allori potrà esserci anche la scelta di Luca Cardellini, che dovrà vedersela con il fratello stesso, Giacomo, e Boccarossa per conquistare un posto fra i 23 che la domenica si giocano la partita. A cercare di guadagnarsi un posto in mischia sarà Giacomo Ravagnan, pilone già chiamato anche con la nazionale giovanile, lo scorso anno fermato da un infortunio. Con lui a sgomitare fra le seconde linee ci sarà Marco Galli, lo scorso anno più volte in campo con la serie C, mentre in terza linea Luca Guerra, già con i gradi da capitano in under 18. Nei trequarti infine Riccardo Dell'Acqua, utility back che lo scorso anno ha già avuto modo di toccare con mano per qualche minuto la serie A. "Puntiamo molto su di loro - sottolinea il direttore sportivo Marco Sanchioni - È indispensabile per noi costruire sempre più una ossatura pesarese in questa squadra, per non perdere l'identità di club e dare continuità al lavoro delle giovanili. Per lo più sono ragazzi che hanno scoperto questo sport attraverso il minirugby con le Formiche e poi hanno trovato naturale prosecuzione nella Pesaro Rugby. Ora ci auguriamo che riusciranno a farsi spazio in prima squadra".

 



Vuoi commentare questa notizia ? Effettua il login o registrati





PUBBLICITA'

PUBBLICITA'