Stampa questa pagina - Chiudi


Basket | Dilettanti | DNB

Rekico a Jesi un uno scontro diretto dal sapore di play off

14/02/2020


Rekico a Jesi un uno scontro diretto dal sapore di play off

Seguici su Facebook : BASKET EMILIAROMAGNA

Faenza, 14 febbraio 2020

REKICO A JESI IN UNO SCONTRO DIRETTO DAL SAPORE DI PLAY OFF

Si preannuncia un sabato di fuoco per la Rekico impegnata in un entusiasmante e delicato scontro diretto sul campo dell’Aurora Basket Jesi. Alle 20.30 al PalaTriccoli andrà in scena un vero e proprio big match: le due formazioni sono infatti appaiate al nono posto e puntano ancora ai play off, dovendo quindi vincere ad ogni costo per restare in corsa. All’andata la Rekico si impose 93-78 al PalaCattani disputando una delle migliori partite del campionato. Vista la vicinanza di Jesi a Faenza, sugli spalti sono previsti molti tifosi faentini, ma coloro che non saranno presenti potranno seguire la radiocronaca dell’incontro sulla pagina Facebook dei Raggisolaris.
L’AVVERSARIO Difesa ed equilibrio. Sono queste le caratteristiche dell’Aurora Jesi targata Marcello Ghizzinardi, coach che nel maggio del 2019 ha incrociato la Rekico nella semifinale playoff con la sua Omegna, che ha sostituito Alessandro Valli ad inizio novembre, rilanciandola in classifica.
Rispetto alla squadra che ha affrontato i Raggisolaris a novembre perdendo 78-93 al PalaCattani, ora Jesi fa della fase difensiva la sua forza, avendo trovato importanti automatismi anche in attacco che le stanno permettendo di giocarsi fino alla fine tutte le partite. Lo dimostrano anche le statistiche, perché i punti realizzati sono 70.1 e quelli subiti 70.7.
Un mix vincente che sta permettendo ai marchigiani di lottare per un posto nei play off proprio con la Rekico, essendo le due squadre appaiate in classifica a 20 punti.
La grande novità di sabato sarà il debutto di Andrea Quarisa, arrivato in queste ore da Pistoia (serie A1), e pronto ad iniziare la nuova avventura con la maglia di Jesi, dove aveva già giocato nella stagione 2017/18. Volto nuovo rispetto alla gara d’andata sarà Giacomo Sgorbati (ala ex Ravenna, Andrea Costa Imola e Fortitudo Bologna) arrivato prima di Natale per portare concretezza soprattutto in attacco, riuscendo nel suo intento come dimostrano i 13 punti di media nelle sei gare giocate. Marcherà invece visita il centro Marko Micevic, alle prese con la riabilitazione dopo l’intervento al menisco mediale del ginocchio destro, mentre è in dubbio l’ala Riccardo Casagrande. Il giocatore si è lussato il pollice della mano destra e ora sta terminando la riabilitazione tanto che potrebbe rientrare proprio contro la Rekico.Nonostante i problemi fisici, l’Aurora affronterà comunque la Rekico con un roster d’esperienza e di qualità dove spiccano la guardia Mattia Magrini, miglior realizzatore con 14.1 punti di media, e il centro Isacco Lovisotto, under classe 1998 che sta viaggiando a 10.7 punti e 6.7 rimbalzi. Di grande apporto sono anche l’argentino Franco Migliori, guardia\ala rientrata da poco da un infortunio, e la guardia Fabio Giampieri, ottimo ad entrare dalla panchina cambiando l’inerzia del match.
Tra gli under si sta ritagliando un buon minutaggio il play/guardia Noah Giacchè (classe 2001) messosi in luce anche al PalaCattani con un paio di triple, mentre l’ala\pivot Yusupha Konteh (2002) e la guardia Pietro Montanari (2001) non vengono impiegati con continuità.
IL PREPARTITA “La vittoria nel derby con Cesena ci ha dato una grande carica emotiva – spiega il pivot Edoardo Tiberti -, perché era una partita molto sentita dai tifosi e averla vinta ha fatto bene a tutto il gruppo dandoci ancora più stimoli per questi ultimi due mesi di stagione regolare.

Ora però dobbiamo dare seguito a quella buona prestazione giocando una grande gara a Jesi, per
trovare quella continuità di risultati che mai abbiamo avuto durante il campionato soprattutto in trasferta e sono certo che con l’atteggiamento mostrato nel derby potremo riuscirci.

Mancano soltanto nove gare e saranno tutte decisive a cominciare da quella con Jesi, squadra che rispetto all’andata ha cambiato allenatore e modo di giocare. Inoltre ha inserito giocatori importanti come Sgorbati e Quarisa che hanno reso ancora più competitivo un organico già molto valido. Mi aspetto una partita intensa, ma meno fisica di quella con Cesena, e come sempre per vincere dovremo imporre il nostro gioco e soprattutto il ritmo difensivo. Abbiamo infatti dimostrato che con l’atteggiamento giusto possiamo essere competitivi contro ogni avversario”.

PROSSIMO TURNO – Prima della sosta del campionato per la Coppa Italia (6/8 marzo), la Rekico giocherà domenica 23 febbraio alle 18 in casa contro Civitanova Marche e sabato 29 febbraio alle 20.30 ad Ozzano.

 

Luca Del Favero
Capo Ufficio Stampa Rekico Raggisolaris Faenza